Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Gli effetti nei comuni del D.L. 133/2014 “Sblocca Italia”

L'istanza al Sindaco di Chieti e al Presidente del Consiglio Comunale dal Meetup Amici di Beppe Grillo “Teate 5 Stelle“

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Il Meetup Amici di Beppe Grillo “Teate 5 Stelle“ di Chieti,  ha presentato un'istanza al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale ove, dopo aver fatto presente le criticità e le storture che il Decreto Sblocca Italia comporterebbe sul territorio, si richiede che le istituzioni comunali si facciano portavoce presso gli organi Istituzionali competenti per far ritirare tale Decreto.

Infatti lo “Sblocca Italia”, oltre alla soggettiva valutazione politica generale, ha il grave difetto amministrativo di accentrare alcune delicate competenze allo Stato centrale, escludendo i Comuni e gli Enti Locali, soprattutto dalle decisioni su settori che riguardano strettamente i territori e la salute pubblica come la gestione della acque (rif. Art. 7), l‘aumento delle volumetrie di costruzione (Art. 17), l’incentivo all‘ulteriore consumo di suolo (Art. 21), la modifiche e le eccessive semplificazioni alle autorizzazioni paesaggistiche e di pianificazione ambientale (Art. 25 e 33), il ricatto economico agli Enti locali (Art. 26 e 36), l’imposizione di inceneritori (Art. 35) e della petrolizzazione (Art. 38) attraverso l‘applicazione del concetto di interesse strategico nazionale.

Quest’ultimo articolo è peraltro in contrasto con le motivazioni di base della mozione sullo stoccaggio del gas nel territorio comunale approvata dal Consiglio Comunale di Chieti in data 07/10/14 e che sarebbe quindi totalmente bypassata.

Ci auspichiamo che Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale al di là degli steccati ideologici, si rendano conto di quanto siano dannose queste disposizioni imposte e agiscano con tutta la propria forza a tutela dell'interesse dei cittadini di Chieti.

Infine invitiamo la cittadinanza a partecipare alla manifestazione contro la petrolizzazione del nostro Abruzzo, chiamata “Sole, Vento, Mare. A cosa serve trivellare?” indetta dal Movimento 5 Stelle domenica 9 Novembre in piazza Sacro Cuore a Pescara dalle ore 10:30, alla presenza dei portavoce nazionali e regionali del M5S.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli effetti nei comuni del D.L. 133/2014 “Sblocca Italia”

ChietiToday è in caricamento