rotate-mobile
Politica

Una mozione per far rinascere l'identità dei quartieri teatini

Giustizia Sociale ha ideato "Quartierando", regolamento che favorisce e disciplina l'attività la partecipazione dei cittadini alle attività della propria zona

Un regolamento che consenta la rinascita dei quartieri, migliorando la situazione degli stessi, favorendo la partecipazione dei cittadini e ricostruendo un senso di identità tra chi vive e lavora nella stessa zona. Questo è lo scopo della mozione presentata oggi (martedì 7 febbraio) da Giustizia Sociale “Valorizzare l’identità dei quartieri attraverso la cittadinanza partecipata – Quartierando”.

“L’obiettivo - spiegano il capogruppo Bruno Di Paolo e il responsabile del movimento per le attività culturali e artistiche Gianni Torino - è quello di creare un rapporto costruttivo, produttivo ed evolutivo tra i vari quartieri della città per la valorizzazione del patrimonio storico e culturale, favorendo, al contempo, l’integrazione di quanti, per varie vicissitudini, ne possano essere rimasti esclusi”. 

L’iniziativa, ideata sul modello di quanto già portato avanti da altri Comuni,prevede un regolamento, allegato alla mozione che verrà discussa in consiglio comunale, che dovrebbe disciplinare le attività riguardanti eventi all'interno del contesto dei quartieri dal contenuto artistico, rievocativo (storie, letture/scritture, teatri dialettali, etc.), religioso, sportivo, culinario, rappresentativo (esempio: presentazione di attività di palestre, commercianti in genere, etc.), della moda, ludico-culturali, ricreativo, sportivo-agonistico e amatoriale, e dei giochi associativi individuali e di gruppo (esempio: giochi da tavolo, calcio balilla, biliardo, scacchi, etc.). 

Inoltre, nel regolamento sono stati definiti anche i quartieri in cui applicare “Quartierando”, in base alle 18 parrocchie presenti a Chieti: Madonna delle Piane, San Agostino, Sant’Anna, Sant’Antonio Abate, San Bartolomeo Apostolo, San Camillo de Lellis, Sacro Cuore di Gesù, San Francesco Caracciolo, San Francesco di Paola, San Giustino, Santa Maria de Cryptis, Santa Maria degli Angeli, Mater Domini, San Martino, San Pio X, Santissimo Crocifisso, Santissima Trinità, XII Apostoli

Nelle intenzioni degli ideatori, “Quartierando” deve ampliare “una nuova visione di crescita culturale e sociale attraverso lo sviluppo del senso di appartenenza collettiva dove partecipazione e condivisione rappresentano la base di una comunità veramente unita". Ma che beneficio potrà apportare alla vita della città? “Potranno esserci significativi benefici, sociali ed economici, - spiega Di Paolo - specialmente per quanto concerne le procedure semplificative e di cittadinanza partecipata finalizzate al rilancio del tessuto economico e sociale locale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una mozione per far rinascere l'identità dei quartieri teatini

ChietiToday è in caricamento