rotate-mobile
Politica

"Sul Giro d'Italia a Chieti c'è incoerenza dal Pd e il sindaco Ferrara": l'attacco di Miscia (Fdi)

Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Roberto Miscia interviene sulla questione Giro d'Italia che il Comune di Chieti ha richiesto possa fare tappa nel capoluogo teatino nel 2025

"La Carovana Rosa, che ha attraversato l’Abruzzo riempiendo le nostre città di appassionati, sportivi e curiosi, si conferma ancora una volta come la miglior forma di promozione del territorio. Milioni di spettatori hanno potuto ammirare le straordinarie bellezze della nostra terra, da Avezzano a Prati di Tivo, da Casalbordino a Francavilla, passando per molte altre località che uniscono mare e montagna, affascinando il mondo intero".

Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Roberto Miscia interviene sulla questione Giro d'Italia che il Comune di Chieti ha richiesto possa fare tappa nel capoluogo teatino nel 2025.

"Questo evento rappresenta un asset fondamentale per lo sviluppo dei percorsi turistici abruzzesi e oltre, che, grazie alla rinnovata partnership tra Regione e Rcs dopo la Grande Partenza dello scorso anno, riscuote un enorme successo trasversale.

È evidente come anche coloro che - dice Miscia - durante la scorsa campagna elettorale, non riconoscevano o addirittura avversavano i grandi eventi sostenuti dal governo regionale, oggi si affrettano a unirsi al successo di queste manifestazioni sportive, richiedendo una tappa, una partenza o un arrivo. Questo è il caso di sindaci ed esponenti di punta del Pd che, solo qualche mese fa, supportavano D’Amico e la sua coalizione, dichiarando in televisione che il loro primo atto prioritario, in caso di vittoria elettorale, sarebbe stato l’azzeramento dei fondi destinati a Rcs, organizzatrice del Giro d’Italia.

Leggere sui giornali delle lettere inviate dal sindaco di Chieti a sostegno di un futuro passaggio del Giro nella nostra città, e vederlo accanto al presidente Marsilio nell'hospitality a Francavilla, lascia ben sperare coloro che hanno sempre sostenuto una posizione politica diversa su questo tema. Allo stesso tempo, però, disorienta e delude i cittadini per la poca coerenza di un Pd che denigra alcune scelte in campagna elettorale per poi voler farne parte.

Non possiamo conoscere le vere intenzioni di chi ci amministra, ma la mia è quella di sostenere con forza l’ipotesi di un grande arrivo o di una partenza del Giro d’Italia a Chieti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sul Giro d'Italia a Chieti c'è incoerenza dal Pd e il sindaco Ferrara": l'attacco di Miscia (Fdi)

ChietiToday è in caricamento