rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica Santa Filomena

Giardinelli: "Fermiamo Megalò 3"

Il consigliere di Scelta Civica invita la giunta ad ascoltare il territorio. Il progetto include edifici e ristoranti nella stessa zona dove sorge il più grande centro commerciale della provincia

"Speriamo che ciò che è accaduto faccia comprendere al sindaco Umberto Di Primio ed alla sua Giunta la pericolosità del progetto di Megalo 3, ovvero del Prusst 'la Città lineare della costa'. Costruire in quella zona non significa solo mettere in pericolo le strutture che vi prenderanno corpo ma, dovendo necessariamente erigere a difesa un argine elevato, ciò comporterà l’impedimento in quel punto della fisiologica esondabilità del fiume, così che in caso di alluvione ed aumento della sua portata, il fiume Pescara non avendo spazio di esondazione aumenterà di velocità e di potenza distruttrice, mettendo a grave rischio le cose e le persone a valle di tale area".

Con queste parole il capogruppo di Scelta Civica per l'Italia Alessandro Giardinelli esprime tutta la sua contrarietà al Megalò 3. Il progetto include edifici e ristoranti nella stessa zona dove sorge il più grande centro commerciale della provincia.

"L’area interessata dal progetto - spiega Giardinelli - è tuttora classificata R1 (area a pericolosità idraulica moderata) dal Piano di Stralcio Difesa Alluvioni adottato dalla Regione Abruzzo con DGR 1386 del 29.12.2004 (BURA n. 8 del 4.02.2005) e definitivamente approvato in data 29.01.2008; ma su detto lotto dal 2004 ad oggi è stato accumulato una norme quantità di terreno proveniente da altri siti, modificando di fatto la situazione originaria dello stesso, successivamente all’approvazione del PSDA. La Giunta del sindaco Di Primio ha sempre caldeggiato questo progetto fino al punto di deliberare (il 16 ottobre 2013) che Il Comune di Chieti si costituisca in giudizio dinnanzi al T.A.R. Abruzzo in difesa del progetto ed al fianco della Società promotrice contro il parere negativo del Genio Civile di Pescara e della Regione Abruzzo".

Adesso, alla luce dell'emergenza profilatasi nei giorni scorsi accanto al fiume Pescara, anche il consigliere Giardinelli invita la Giunta a difendere il territorio e suoi cittadini: "Il sindaco Umberto Di Primio ascolti il messaggio che oggi gli eventi naturali ci hanno inviato, evitando di proseguire nella tutela e nella realizzazione di questo progetto, che un domani potrà essere fonte di distruzione e morte".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardinelli: "Fermiamo Megalò 3"

ChietiToday è in caricamento