rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Politica

Giardinelli: "L'assessore al bilancio responsabile per la grave situazione finanziaria"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Nonostante il Bilancio Consuntivo 2013 sia stato approvato dal Consiglio Comunale, malgrado il parere negativo dei Revisori dei Conti, sarebbe bene che l'Assessore al Bilancio si assumesse la propria responsabilità per la grave situazione finanziaria dell'Ente Comunale e valuti l'opportunità di rimettere il suo mandato al Sindaco.

Infatti già nella relazione dei Revisori dei Conti del Bilancio Preventivo 2013, gli stessi Revisori diedero parere non favorevole, giustificato da osservazioni sull'attendibilità delle risultanze della gestione finanziaria, ed in particolare sulla previsione di riscossione dei tributi sulla gestione idrica, della TARES e dei Canoni Concessori non Ricognitori, da parte della Teateservizi. I Revisori avevano anche formulato nella circostanza proposte e raccomandazioni al fine di mantenere in equilibrio la gestione finanziaria dell'Ente, Proposte e Raccomandazioni che non hanno trovato riscontro pratico nel Bilancio Consuntivo 2013, tant'è che sul Bilancio Consuntivo 2013 il parere dei Revisori è stato in egual modo NON FAVOREVOLE. Il Collegio ha segnalato

  • 1) incongruenze ed anomalie in ordine al conseguimento degli obiettivi del patto di stabilità per
    • A) sottostima dei contratti di servizio tra l'Ente e gli Organismi partecipati
    • B) sovrastima degli accertamenti di entrate correnti o accertamenti effettuati in assenza dei peresupposti all'art.179 del TUEL C) presenza dei debiti fuori bilancio
  • 2) una situazione di cassa ALLARMANTE in cui l'Ente si trova in costante utilizzo dell'anticipazione di tesoreria - infatti, rispetto al massimo utilizzabile pari ad €.14.700.000, al 31/12/2013 risulta utilizzata una somma pari a €.8.479.639,82, ed è da considerare che per l'Ordinaria gestione di cassa dell'Ente nel 2013 si è utilizzata una somma di €.7.902.404,92 - tali dati rendono drammatica la situazione di cassa considerati gli impegni di cassa futuri relativi alle necessità di pagamento quali:
  • A) somme già erogate in favore dell'Ente da destinare a specifiche attività di investimento ed utilizzate per pagamenti in scadenza -
  • B) situazioni di contenzioso giunte a definizione con transazioni e riconoscimento di debiti fuori bilancio già effettuati e da effettuare che devono trovare adeguata copertura -
  • C) incrementi anomali dei debiti verso società partecipate per mancato pagamento -
  • D) debiti non pagati per forniture correnti.

Inoltre la situazione di gestione dell'Ente, sebbene sia certamente determinata anche da una notevole riduzione dei trasferimenti statali ed una costante aumento della fiscalità locale la cui tempistica di riscossione non assicura più la precedente concordanza tra riscossioni e pagamenti, si è' AGGRAVATA ulteriormente per il mancato uniformarsi a principi di efficienza e rigore, mancando di:

  • A) promuovere un ulteriore e più puntuale attività di riaccertamento dei residui attivi
  • B) ricondurre l'utilizzo dell'anticipazione di tesoreria ad uso meno sistematico e costante
  • C) promuovere l'attività di riscossione dei residui attivi potenziando e riqualificando la gestione dei tributi e della riscossione dei servizi indispensabili ed a domanda individuale
  • D) porre in campo nella stesura dei successivi bilanci previsionali tutte quelle iniziative utili alla concreta riduzione della spesa, incremento e/o riqualificazione dell'entrata, creazione di nuova finanza, incrementando le attività di dismissione del patrimonio non strategico.

Tali considerazioni individuano la responsabilità di un grave e pericoloso disequilibrio di gestione finanziaria dell'Ente Comunale nella conduzione politica dell'Assessore al Bilancio, dimostrando che non ci sono state in questa Consiliatura, e non ci sono attualmente, segnali concreti di "inversione di rotta", per una gestione finanziaria dell'Ente che agisca con maggiore efficienza e rigore.

Il Consigliere Comunale - Alessandro Giardinelli

Chieti 14 Luglio 2014

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardinelli: "L'assessore al bilancio responsabile per la grave situazione finanziaria"

ChietiToday è in caricamento