rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica

Fuochi d'artificio, Marco Di Paolo: “E’ ora di finirla”

Il consigliere comunale dice no a botti e petardi e annuncia di aver presentato, a tale proposito, un ordine del giorno che andrà in discussione al prossimo consiglio comunale

«Le esplosioni di botti e petardi possano spaventare gli animali lasciati in spazi aperti, provocandone la fuga oltre a danni seri alla loro stessa salute. Per questa ragione ho chiesto di allestire una campagna di sensibilizzazione che scoraggi l’uso di botti e materiale pirotecnico sollecitando la cittadinanza ad intraprendere forme di divertimento alternative».

L’annuncio viene dal consigliere comunale Marco Di Paolo, che aggiunge: «E’ ora di finirla con botti e petardi. Ho presentato, a tale proposito, un ordine del giorno che andrà in discussione al prossimo Consiglio Comunale con il quale chiedo l’emanazione di un'ordinanza-regolamento per il divieto di commercio, produzione e utilizzo di botti e fuochi pirotecnici in tutto il territorio comunale».

Questo Ordine del Giorno, spiega Di Paolo, prende spunto «dal fatto di cronaca avvenuto a Lanciano il 21 luglio 2013 dove un bambino di dieci anni ha subito l’amputazione di tre falangi di una mano per aver raccolto da terra un petardo inesploso. Inoltre come dimenticare i tragici fatti di Città Sant’Angelo dove all’interno di una fabbrica d’artificio hanno perso la vita un ragazzo di ventidue anni ed altre tre persone».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuochi d'artificio, Marco Di Paolo: “E’ ora di finirla”

ChietiToday è in caricamento