30 milioni tolti all'ospedale di Chieti, D'Alessandro (Italia Viva) porta il caso in Parlamento

Durissima l'accusa" Dietro c'è un chiaro disegno politico. Un asse tra Marsilio e il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, che porterà a far implodere l'Abruzzo"

Arriva in Parlamento il caso dei 30 milioni di euro tolti all'ospedale di Chieti come previsto dalla delibera del 25 maggio firmata dal presidente della Regione Marco Marsilio e dall'assessore alla Sanità Nicoletta Verì.

Il deputato di Italia Viva Camillo D'Alessandro annuncia che porterà il caso a Roma e accusa: "Ora è più chiaro cosa significa eleggere un romano a presidente della Regione? Se fosse stato un abruzzese, se conoscesse l'Abruzzo, saprebbe le condizioni di necessità e urgenza dell'intervento sull'ospedale di Chieti".

"Sono senza faccia - prosegue - dopo i 2 milioni tolti ad Ortona, ora arrivano i 30 tolti a Chieti ed è solo l'inizio. Dietro c'è un chiaro disegno politico. Un asse tra Marsilio e il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, che porterà a far implodere l'Abruzzo. Ne vedremo delle belle".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento