rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Politica

Fondi regionali, Febbo: "Mi sono sempre impegnato per la mia Chieti, preoccupato per l’evidente isolamento politico"

Il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale torna a criticare l'amministrazione Ferrara: "Scarica su altri la responsabilità della perdita dei fondi per filovia e funicolare"

“L’amministrazione Ferrara, trovandosi di fronte a un’altra delle pagine più tristi della propria gestione, prova a metterci una pezza scaricando su altri la responsabilità della perdita dei fondi regionali, pari a 13 milioni di euro per la funicolare dopo aver perso i 4 milioni per il completamento della filovia nell'ambito del Masterplan Abruzzo". Arriva puntale la risposta del consigliere regionale di maggioranza Mauro Febbo dopo le ultime dichiarazioni della gunta teatina, accusata dallo stesso "di aver voluto portare avanti la procedura per la funicolare sin dal proprio insediamento (ottobre 2020), ma che solo ad ottobre del 2022 ha comunicato di voler rinunciare e rimodulare le risorse che avevano scadenza 31.12.2022. I fondi per la progettazione erano e sono rimasti a carico dell'ente appaltante - spiega ancora il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale - ma al momento, ovviamente, quelli destinati all'opera così come era stata individuata non sono più disponibili. Ora, come per tutte le opere pubbliche che hanno una progettualità avanzata, si dovrà cercare una diversa collocazione nell'ambito della nuova programmazione che chiaramente è in fase molto avanzata se non definita. Si potranno anche trovare, in toto o parzialmente, ma sicuramente sarà molto difficile e comunque ritengo che i tempi si allungheranno notevolmente visto che siamo al solo incarico ai progettisti. La giunta Ferrara ha più volte difeso il progetto della funicolare senza tenere conto della mia contrarietà, più volte ribadita anche a mezzo stampa. Anzi, qualcuno della sua amministrazione mi aveva risposto piccato. Credo di avere sempre dimostrato attaccamento alla mia città e anche con questa amministrazione ho lavorato per reperire fondi importanti, senza peraltro avere alcun riconoscimento".

Tra gli interventi Febbo cita i fondi per la riqualificazione del campetto di basket della villa Comunale (216 mila euro), quelli per il parco "Villa Obletter" e per Villa Frigerj, i 2,5 milioni di euro per l’ex caserma Bucciante e i 2,9 milioni per la Pierantoni, oltre 2 milioni di euro per l’ex Gil,  900 mila euro per via della Pace, 4,5 milioni per la bonifica dell’ex conceria e 400 mila euro per la vertenza Tpl/Panoramica. A questi si aggiungono i fondi destinati al Marrucino (300 mila euro) e i finanziamenti, in sede di approvazione del bilancio regionale 2023, per le manifestazioni “Palio de ricchiappe” e “Achillaive”. "Nel frattempo - conclude Febbo -  stiamo ancora aspettando che il Comune di Chieti firmi il protocollo d'intesa per la gestione dell’ex Biblioteca De Meis. Mi permetto di ricordare al sindaco Ferrara che a piazza Carafa sono fermi da anni i lavori di Riqualificazione - Progetto Urbano Complesso, peraltro a suo tempo osteggiati dall'attuale assessore Raimondi. Ci piacerebbe conoscere il suo parere oggi sul parcheggio e se lo definisce ancora una colata di cemento. Mi sono impegnato tanto per la città, e continuerò a farlo, ma sono molto preoccupato per l’evidente isolamento politico e amministrativo di questa amministrazione. Per quanto mi riguarda, invece, confermo la massima apertura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi regionali, Febbo: "Mi sono sempre impegnato per la mia Chieti, preoccupato per l’evidente isolamento politico"

ChietiToday è in caricamento