Mercoledì, 19 Maggio 2021
Politica

La pista ciclabile di via Del Mare non si tocca, Pupillo: "Patetiche le iniziative contrarie"

Respinti gli esposti contro l'impianto, che è stato completato con i lavori di miglioramento, ottenendo il collaudo funzionale

La pista ciclabile di via del Mare, a Lanciano, resterà al suo posto ed è stata ultimata. Parola del sindaco Mario Pupillo, che stamani, in conferenza stampa, ha illustrato l’intervento di miglioramento, senza dimenticare gli esposti e le petizioni - l’ultima avviata proprio negli ultimi giorni - contro l’impianto ciclabile.

Dopo gli interventi, la pista ha ottenuto il collaudo funzionale e di regolare esecuzione da parte dei tecnici incaricati dagli uffici preposti. Oggi è stata pubblicata l'ordinanza del settore Mobilità e Traffico che istituisce la pista ciclabile e i limiti di velocità nell'area: 10 chilometri orari per le bici sulla pista ciclabile e 30 per i veicoli in via Del Mare, nel tratto dall’incrocio con via Frisa alla rotatoria in corrispondenza dell’intersezione tra via Del Mare, via Olmo di Riccio e contrada Santa Giusta; in via Olmo di Riccio, dalla rotatoria fino al congiungimento con via Panoramica; via Panoramica dal congiungimento con via Olmo di Riccio fino all’incrocio con via Alba; via Firenze; via Marzabotto; via Vicenza; via Bologna; via Alba; via Genova.

Il sindaco Pupillo, nel ricordare le tappe che, dal 2015, hanno portato al compimento della pista ciclabile, ha ricordato anche il compianto vice Pino Valente, che aveva avviato l’iter. Per il primo cittadino:

Il quartiere Olmo di Riccio è stato interamente riqualificato con opere importanti, tra cui la pista ciclabile, che ne fanno uno dei quartieri più belli e vivibili di Lanciano. Siamo soddisfatti che quest'opera abbia vissuto il suo ultimo atto amministrativo e siamo ancora più convinti che quella intrapresa sia la strada giusta, necessaria: la mobilità lenta all'interno dei centri urbani è sempre di più una necessità per consentire ai cittadini di vivere la città e spostarsi in sicurezza, anche a piedi e in bici, riducendo l'impatto ambientale dei propri spostamenti e tutelando la salute dei cittadini, soprattutto quelli più indifesi come bambini e anziani. Continueremo su questo percorso con grande determinazione, sostenuti dal mandato che ci è stato dato dai cittadini di Lanciano nel 2016.

Pupillo ha definito le iniziative contrarie al progetto di mobilità

poche ma chiassose, talvolta patetiche quasi sempre ideologiche, votate a tutelare i propri interessi più che quelli della collettività.

A sostegno dell’operato della giunta, ha  mostrato la nota del 21 maggio, firmata dal direttore generale del ministero dei Trasporti, che ha chiarito la

non possibilità di accogliere le decine di esposti inviati senza criterio allo stesso per appellarsi a fantomatici sopralluoghi. Come nel caso della Ztl, anche su via del Mare il ministero non ha potuto che respingere la strumentalizzazione che alcuni consiglieri regionali e comunali, partiti politici travestiti da associazioni, intendevano farne con queste richieste reiterate che avevano l'unico interesse di confondere la cittadinanza per impedire lo sviluppo e la crescita di Lanciano: ma ormai tutto questo appartiene al passato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pista ciclabile di via Del Mare non si tocca, Pupillo: "Patetiche le iniziative contrarie"

ChietiToday è in caricamento