Quest'anno partono i lavori per il Savoia: finanziato il primo lotto da 5 milioni

La conferma della Provincia alla deputata del Movimento 5 stelle Torto, che aveva presentato richiesta di accesso agli atti sul crollo all'industriale

La deputata del Movimento 5 stelle Daniela Torto

Patriranno quest'anno i lavori di consolidamento e adeguamento sismico all'istituto industriale Luigi di Savoia di Chieti. Lo ha confermato la Provincia alla deputata del Movimento 5 stelle Daniela Torto, che aveva presentato una richiesta di accesso agli atti, a seguito del crollo di una parte del soffitto in un'aula della scuola teatina, a novembre.

E, ora, l'ente ha confermato un primo stanziamento di 5 milioni di euro per i lavori. “Da quanto posso apprendere dalla missiva a me indirizzata da parte del funzionario tecnico - spiega Torto - sembrerebbe che oggi, ad oltre un mese dalla richiesta ricevuta, i tecnici stiano ancora predisponendo una parte degli elaborati e i documenti necessari. Mi auguro che quanto prima si arrivi alla conclusione del procedimento, evitando così ulteriori ritardi che porterebbero ad un imperdonabile e ingiustificato slittamento dei lavori”.

Per quanto riguarda la seconda parte dei fondi, di oltre 10 milioni di euro sempre relativi all’adeguamento sismico dell’edificio, la Provincia si impegna a redigere il progetto definitivo nei primi mesi del 2020 e ad adottare tutte le misure necessarie per arrivare nel più breve tempo possibile all’affidamento e all’esecuzione dei lavori anche del secondo lotto”, prosegue la portavoce pentastellata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Tuttavia - aggiunge la deputata penstellata - per la progettazione esecutiva c’è ancora tanto da fare, fondamentale è l’acquisizione da parte del Ministero dei Beni Culturali della Valutazione d’interesse culturale, relativa ai livelli di tutela dei singoli corpi di fabbrica, che hanno un valore storico per la città di Chieti. Proprio per questo sono in diretto contatto con il Ministero dei Beni culturali per seguire l’iter da vicino ed evitare i soliti 'rallentamenti burocratici'. Pertanto continuerò, come ho già fatto nel corso di questi mesi, a mantenere alta l’attenzione a riguardo e sono pronta a dare tutto il mio supporto, qualora fosse necessario, affinché si possa davvero consegnare agli studenti, alle famiglie, ai professori e a tutti gli operatori scolatici, una scuola più sicura a stretto giro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanciano in lutto per Mirella: domani l'ultimo saluto alla 41enne morta nell'incidente a Pescara

  • Beve una bibita e inizia a vomitare sangue: 15enne soccorso elicottero sul monte Amaro

  • Incidente al Foro a Francavilla: tre vetture coinvolte, due feriti

  • Coronavirus: ci sono altri 39 positivi, la maggior parte sono migranti ospitati in Abruzzo

  • Applausi per Salvini, che scherza: "Ma qui si elegge il presidente della Repubblica?". Polemiche per gli assembramenti

  • Coronavirus: dopo i casi dei migranti di Gissi salgono a 19 i positivi in Abruzzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento