menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"I finanziamenti per la balconata della Loggia Amblingh sono una bugia"

Secondo la denuncia del consigliere di opposizione Febbo, la richiesta degli 800mila euro necessari per i lavori sarebbe ancora in attesa di approvazione

“Non esiste nessuna assegnazione di contributo economico pari a 800mila euro da destinare al progetto di consolidamento della balconata Loggia Amblingh di Vasto né tantomeno una priorità assoluta da parte del Servizio Difesa del Suolo della Regione Abruzzo”. Parole di Mauro Febbo, presidente della commissione di Vigilanza regionale, che punta il dito contro il centrosinistra regionale e cittadino, accusandolo di diffondere bugie. Qualche giorno fa, infatti, la Regione aveva annunciato lo stanziamento di fondi per lavori al belvedere.

Ma, stando a quanto denuncia Febbo, il dirigente del Servizio Luigi Del Sordo, rispondendo a una sua lettera, avrebbe specificato che "la valutazione delle numerosissime richieste di finanziamento, sin qui pervenute, è in corso di svolgimento e, pertanto, non ha predisposto alcun atto di concessione in favore delle amministrazioni comunali".

Nella stessa lettera si spiegherebbe che tutte le richieste dei Comuni per interventi di prevenzione del rischio idrogeologico sono inserite nella piattaforma Repertorio Nazionale degli Interventi per la Difesa del Suolo (ReNDiS) e la loro ammissibilità viene stabilità attraverso una procedura di selezione che si basa su un sistema di punteggi e valori pesati prestabili dal decreto e da criteri deliberati dalla Regione Abruzzo che sono stati definiti solo a settembre 2016.

"Quindi – continua il presidente della Commissione Vigilanza – ad oggi il completamento consolidamento del costone orientale Loggia Amblingh risulta, si legge sempre nella nota del Dirigente, solo inserito nella piattaforma ReNDiS e, parimenti alle altre richieste, seguirà la procedura di selezione sopra richiamata. Oggi – sottolinea Febbo – non esiste nessuna assegnazione di contributo a favore del Comune di Vasto ma solo ed esclusivamente un inserimento in una lista dove tale intervento verrà vagliato, esaminato, selezionato e forse finanziato. Pertanto – conclude Febbo – invito sia le amministrazioni comunali sia l’esecutivo della Regione Abruzzo ad essere più responsabili e cauti prima di annunciare l’arrivo di certe somme a favore del dissesto idrogeologico poiché si rischia di innescare una inutile concorrenza tra varie problematiche territoriali. Ricordo che nel vastese vi sono molte criticità che aspettano da molto tempo sia risposte sia finanziamenti come le moltissime strade del vastese e il torrente Buonanotte tra Vasto e San Salvo”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento