Sabato, 15 Maggio 2021
Politica

Ex Yokohama di Ortona, Carbone (Azione): "Subito tavolo per la riconversione della forza lavoro"

Il coordinatore provinciale sollecita l'apertura di un tavolo tra Ministero dello sviluppo economico e le parti interessate: "Sono a rischio 600 posti"

Chiede di aprire subito un tavolo di confronto nazionale tra il Mise e tutte le parti interessate sulla ex Yokohama di Ortona  il coordinatore provinciale di Azione Chieti Alessandro Carbone.  "Dopo la chiusura della Yokohama - spiega - il cui sito è stato rilevato dall'Alfa Gomma, che si è impegnata a ricollocare i dipendenti rimasti senza lavoro, il problema da porre sul tavolo è la crisi del settore petrolifero, la conseguente diminuzione della domanda e di conseguenza, la necessità  di stabilire un piano industriale di riconversione e formazione della forza lavoro  per far fronte alle sfide future che si baseranno  sempre più su un contesto riguardante la Green economy, anche alla luce delle fonti di finanziamento provenienti dal Recovery Plan". 

In questa prospettiva "lo stabilimento di Ortona potrebbe mettere a rischio 600 posti di lavoro, se non si agisce per tempo, pianificando un piano industriale di riconversione della forza lavoro".

Per questo Carbone sollecità un confronto nazionale tra le parti sulle prospettive strategiche del sito di Ortona e sul futuro della forza lavoro che impatta sul territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Yokohama di Ortona, Carbone (Azione): "Subito tavolo per la riconversione della forza lavoro"

ChietiToday è in caricamento