Europa Verde Chieti: “La politica parli di programmi per la città, non di nomi"

Il portavoce del movimento, Mattia Di Paolo attacca la politica cittadina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

A poco più di due mesi dalle elezioni per il rinnovo della carica di sindaco e del consiglio comunale di Chieti sta iniziando a muoversi il solito teatrino delle strategie politiche, di accordi tra le varie liste e, soprattutto, di cambi di casacca dell’ultim’ora di alcuni consiglieri ed assessori uscenti, pronti a rinnegare ogni ideologia politica, pur di vedersi riconfermati nella prossima consiliatura.

Ma al di la di questi noiosi opportunismi, dettati da pura convenienza personale, che non fanno altro che destabilizzare e confondere l’elettorato teatino, ciò che Europa Verde Chieti rimarca con forza è che il dibattito politico cittadino sta vedendo come interlocutori esponenti che da più di 15 anni occupano la scena istituzionale della nostra città.

Esponenti dei partiti che a vario titolo sono stati responsabili del lento declino economico, sociale, ed ambientale della nostra comunità, ora si ripresentano come se nulla fosse, con vecchie promesse e soliti proclami.

Noi di Europa verde Chieti rappresentiamo la vera alternativa a tutto ciò, perché non parliamo di nomi, di coalizioni, di accordi elettorali, ma esprimiamo la nostra idea di buona politica per Chieti, con proposte concrete serie, frutto di un programma innovativo che a breve inizieremo a divulgare ai cittadini.

Torna su
ChietiToday è in caricamento