La proposta di Europa Verde per l'estate teatina: "Agli artisti le chiavi della città"

L'obiettivo è l'organizzazione di eventi e spettacoli che saranno inseriti in un innovativo palinsesto turistico estivo della città

Mattia Di Paolo di Europa Verde

"Diamo le chiavi della città agli artisti teatini". È la proposta di Mattia Di Paolo, del gruppo Europa Verde Chieti, per animare l'estate teatina nonostante le prevedibili restrizioni. 

La proposta nasce dal fatto che l'estate 2020 sarà inevitabilmente caratterizzata da un turismo locale di prossimità a km 0. "Sarà dunque - commenta - la stagione della rivincita dei piccoli borghi, delle mete più intime e dense di storia e cultura, ma soprattutto di quelle realtà che riusciranno a esaltare le proprie eccellenze culturali, territoriali, artistiche ed enogastronomiche. Mai come in questo momento, la città di Chieti può ritagliarsi un ruolo di protagonista in questo particolare scenario, ma per vincere la competizione con le altre realtà del comprensorio dovrà necessariamente coinvolgere gli artisti teatini nella programmazione degli eventi della città e affidare simbolicamente a loro le chiavi per un suo pieno rilancio turistico".

In particolare Di Paolo si riferisce ad associazioni culturali, band locali, dj, scuole di danza, scuole di teatro e spettacolo, e in generale di tutti i giovani che vorranno esibirsi con propri repertori musicali e coreutici.

"Chiediamo all’amministrazione comunale - spiega - di consegnare simbolicamente, per i mesi di luglio e agosto, le chiavi di Chieti agli artisti locali, che avranno così la possibilità di organizzare, sul modello del cartellone del Maggio Teatino, gli eventi e gli spettacoli che saranno inseriti in un innovativo palinsesto turistico estivo della città. Questa proposta, da un lato darebbe visibilità e lustro ai tanti protagonisti del settore culturale e artistico teatino, dall’altro permetterebbe al Comune di Chieti di organizzare un’offerta turistica valida, nuova ed attrattiva a fronte di un piccolissimo onere di spesa aggiuntiva". 

Per l'amministrazione, infatti, l'unico costo sarebbe quello di predisporre due palchi per le esibizioni, uno sul Colle e uno nella parte bassa della città, e farsi carico della Siae per la musica dal vivo e delle spese per il consumo di energia elettrica.

"Inoltre, considerando che è da due anni in vigore l’albo degli artisti Teatini, questa sarebbe l’occasione giusta per valorizzarne lo spirito ed il contenuto. Noi di Europa Verde - continua - siamo disponibili a collaborare con le associazioni culturali e, in generale, con tutte le risorse artistiche della nostra città per concretizzare al meglio, insieme all’amministrazione comunale, questa iniziativa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Lancia sassi alla ex e al nuovo fidanzato e sfonda la porta di casa: 30enne denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento