Mercoledì, 19 Maggio 2021
Politica

Coordinatore staff sindaco incompatibile, esposto dei 5 stelle alla Corte dei Conti

Pollutri, oltre a ricoprire l’incarico di coordinatore dello staff, siede nel Consiglio di amministrazione della Società autoservizi Cerella srl, partecipata della Regione per il 51,58%. Inoltre, è stato eletto consigliere comunale a Cupello

Il ruolo di coordinatore dello staff del sindaco Menna sarebbe incompatibile con gli altri incarichi di Angelo Pollutri. Per questo i consiglieri vastesi del Movimento 5 stelle, Ludovica Cieri e Dina Carinci, hanno segnalato i fatti alla Corte dei Conti, dopo diverse richieste di chiarimenti al primo cittadino. 

Il primo intervento dei pentastellati risale allo scorso 18 luglio, quando i consiglieri di opposizione hanno protocollato un’interrogazione a risposta scritta al sindaco Menna. Nodo della questione è il fatto che Pollutri, oltre a ricoprire l’incarico di coordinatore dello staff, siede nel Consiglio di amministrazione della Società autoservizi Cerella srl, partecipata della Regione per il 51,58%. Inoltre, è stato eletto consigliere comunale a Cupello

“Tale condizione - dicono i 5 stelle - crea, a parere delle interroganti, una palese violazione del Regolamento per la disciplina delle incompatibilità ed inconferibilità di incarichi extra istituzionali al personale dipendente, approvato dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 133 in data 29/04/2015. Il signor Pollutri ha ancora ‘cariche in società costituite a fine di lucro’ per le quali agisce nell’esercizio di rappresentanza, ed in quello di amministrazione espressamente incompatibili con il ruolo di dipendente pubblico secondo il Regolamento che lo stesso Comune di Vasto si è dato”. 

A quasi due mesi dall’interrogazione, il sindaco non ha ancora risposto, nonostante il regolamento preveda un tempo massimo di 30 giorni per replicare. Tuttavia, nell’ordine del giorno del consiglio comunale fissato per lunedì (12 settembre), è prevista la risposta del sindaco all’interrogazione a risposta orale depositata dal consigliere Suriani di Fratelli d’Italia. 

“In occasione del primo consiglio comunale dello scorso agosto - puntualizzano però i 5 stelle - Suriani aveva rinunciato per cortesia istituzionale alla risposta orale, avendo ricevuto dal Presidente del Consiglio Forte, la rassicurazione che attraverso la risposta scritta del sindaco sarebbero state soddisfatte entrambe le iniziative dei Consiglieri appartenenti ai due gruppi, Movimento 5 stelle e Fratelli d’Italia, appunto. Una cortesia istituzionale non ricambiata dalla correttezza e dal rispetto delle regole, evidentemente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coordinatore staff sindaco incompatibile, esposto dei 5 stelle alla Corte dei Conti

ChietiToday è in caricamento