rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Politica

Esenzione dal ticket per chi ha una predisposizione genetica a sviluppare tumori: approvata la risoluzione regionale

A proporla il vicepresidente della Commissione Sanità Francesco Taglieri: “La prevenzione è uno strumento da valorizzare con ogni mezzo. Ora la Regione Abruzzo dia seguito a questa richiesta”

La Commissione sanità della Regione Abruzzo ha approvato all'unanimità la risoluzione per esentare dal pagamento del ticket chi ha predisposizione genetica a sviluppare tumori.

Lo comunica il vicepresidente della Commissione e consigliere regionale M5S, Francesco Taglieri, primo firmatario della risoluzione che prevede di esentaredal ticket per i test di sorveglianza i soggetti portatori di mutazione dei geni Brca1 e Brca2. "Si tratta - come spiega Taglieri di un'iniziativa con cui la Regione si impegna a dare un sostegno economico alle persone che hanno maggiore rischio di sviluppare tumori al seno e alle ovaie nelle donne, e al seno e alla prostata negli uomini. È una proposta che ho voluto con forza, e ringrazio i componenti della Commissione per la sensibilità mostrata davanti un tema tanto delicato”.

Un provvedimento che promuove la diagnosi precoce "seriamente compromessa anche dalla drastica riduzione di prestazioni sanitarie registrata negli ultimi due anni per effetto della pandemia - sottolinea il consigliere regionale -  che ha costretto le strutture sanitarie a rimandare esami meno urgenti. Tuttavia, una mancata erogazione di cure e prestazioni di controllo si tradurrebbe nei prossimi anni in un generale peggioramento delle condizioni di salute della popolazione. Ancor più grave rischia di diventare la situazione dei soggetti esposti a rischio eredo-familiare per tumore della mammella, tanto che già il Piano nazionale invita le Regioni a definire per queste persone percorsi diagnostici con programmi di screening già esistenti in favore delle donne ad alto rischio di cancro alla mammella per mutazioni genetiche di Brca1 e Brca2”.

La possibilità di offrire gratuitamente alcune prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio è già prevista a livello nazionale. Ora l'auspicio di Taglieri è che la Regione Abruzzo dia seguito a questa richiesta alla richesta espressa in Commissione sanità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esenzione dal ticket per chi ha una predisposizione genetica a sviluppare tumori: approvata la risoluzione regionale

ChietiToday è in caricamento