rotate-mobile
Politica

Approvato in Senato l’emendamento di Pagano che tutela i compensi percepiti dai medici

Dopo la sospensione dell'indennità di rischio, le Asl abruzzesi avevano chiesto ai medici di guardia medica di restituire 10 anni di compensi. Fimmg: "Grazie all'emendamento promosso dal senatore Pagano è finito un incubo"

Il 20 giugno 2023 anche il Senato ha approvato la legge di conversione del decreto legge del 22.04.2023 n. 44 (detto decreto Pa). Numerosi gli emendamenti apportati all’originario testo dalla Camera dei deputati, tra i quali spicca la modifica dell’articolo 24-bis del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41.

La notizia è particolarmente importante in Abruzzo perché dal 2017 le Asl avevano dapprima sospeso il pagamento dell’indennità di rischio e quindi chiesto ai medici di guardia medica di restituire quanto percepito tra il 2007 ed il 2017 a tale titolo. Somme in alcuni casi particolarmente ingenti e che andavano ad incidere negativamente su medici dai redditi tutt’altro che floridi.
L’emendamento promosso dal senatore abruzzese Nazario Pagano, ha consentito di escludere per tutti i medici convenzionati la ripetibilità degli emolumenti pagati in esecuzione di accordi collettivi nazionali di lavoro o integrativi regionali, successivamente dichiarati non dovuti e corrisposti fino al 31 dicembre 2020, esclusione che, precedentemente, era riconosciuta solo personale medico convenzionato addetto al servizio di emergenza-urgenza.

Il dottor Mauro Petrucci, segretario generale della Fimmg Abruzzo, così si esprime in proposito: “Grazie agli impegni che la Fimmg regionale si è assunta fin dal 2017 nell'affrontare il tema della indennità di rischio della guardia medica, ai numerosi incontri con il nostro fiduciario avvocato Riccardo Crocetta per cercare di trovare la soluzione giudiziale, stragiudiziale o legislativa, e alla disponibilità e sensibilità dimostrata dall'onorevole Nazario Pagano che, reso edotto dall’avvocato Crocetta della problematica che assumeva tratti particolarmente onerosi per molti medici di continuità assistenziale, anche il Senato ha approvato l'emendamento che tutela i compensi percepiti dai medici ponendo fine ad vero incubo”.

Tra l’altro, il citato emendamento ristabilisce il principio di eguaglianza tra categorie di medici convenzionati, consolida i compensi da essi percepiti in applicazione di contratti stipulati e validati da enti pubblici, ristabilisce la serenità nelle numerose famiglie dei medici di continuità assistenziale coinvolti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato in Senato l’emendamento di Pagano che tutela i compensi percepiti dai medici

ChietiToday è in caricamento