Elezioni

Scrutatori sorteggiati fra disoccupati, universitari e cassintegrati: il regolamento proposto dall'opposizione

La proposta di regolamento di Sinistra Italiana, L'Altra Chieti, Giustizia Sociale e MoVimento 5 Stelle per nominare i porssimi scrutatori tramite sorteggio telematico

Scrutatori da adibire ai seggi elettorali selezionati mediante sorteggio telematico fra pensionati al minimo, cassintegrati, studenti universitari lavoratori, disoccupati e inoccupati. La proposta di delibera per la formazione della graduatoria da cui attingere è stata presentata da Sinistra Italiana, L'Altra Chieti, Giustizia Sociale e MoVimento 5 Stelle.

In base alla delibera, se approvata, potranno essere nominati come scrutatori coloro che si trovano in una condizione di svantaggio economico.Una proposta analoga fu presentata già in occasione dell'insediamento della Commissione elettorale dove venne accolta favorevolmente dallo stesso ufficio del Comune.

“Ricordiamo che sottrarre le nomine alla discrezione dei consiglieri comunali è una battaglia sociale e culturale che i nostri gruppi stanno portando avanti da anni - sottolineano i promotori - e che in passato e pur in assenza di obblighi, abbiamo utilizzato il metodo del sorteggio tra soggetti svantaggiati per l'indicazione degli scrutatori da nominare. Ci auguriamo quindi che le forze politiche del centro-destra, compreso il partito democratico, che si sono sempre opposti a questa iniziativa, modifichino le loro posizioni e contribuiscano all'approvazione della delibera che è in fase di discussione in commissione e che dovrà essere approvata al più presto in previsione delle imminenti elezioni politiche”.

La delibera si propone anche di incidere positivamente sulle spese dell'ente e di snellire le attività burocratico-amministrative dell'Ufficio elettorale per le attività di nomina degli scrutatori. “Siamo consapevoli – concludono I rappresentanti delle forze politiche teatine - che qualche consigliere comunale voglia continuare ad indicare persone a lui vicine, ma confidiamo nel fatto che la maggioranza dei consiglieri comunali abbia compreso che i voti si conquistano sulle proposte politiche e non su le clientele”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scrutatori sorteggiati fra disoccupati, universitari e cassintegrati: il regolamento proposto dall'opposizione

ChietiToday è in caricamento