menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imbrattati i manifesti elettorali di Casapound a Lanciano

Il responsabile Pasquini accusa addirittura l'amministrazione comunale di aver favorito certi gesti

Scoppia la polemica, a Lanciano, dove la sezione locale di Casapound lamenta l'ennesimo atto vandalico ai danni dei manifesti elettorali del partito di destra. 

Il responsabile Marco Pasquini punta il dito e non risparmia addirittura l'amministrazione comunale: 

Anche durante questa campagna elettorale, i nostri manifesti sono stati più volte imbrattati e strappati, ledendo così la nostra visibilità politica. I responsabili di queste azioni sono proprio i 'sedicenti' paladini della democrazia appartenenti alle associazioni cittadine 'antifasciste'. I nostri 'furbi' antagonisti hanno lasciato la loro firma anche sulle plance adibite all'affissione dei manifesti degli altri candidati, trasgredendo così la legge e incorrendo in possibili sanzioni.

Questo è il risultato della politica di una giunta comunale che ha sempre sostenuto associazioni politiche composte da persone mosse da odio politico che si manifesta con comportamenti platealmente scorretti ed illegali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento