Martedì, 18 Maggio 2021
Elezioni Regionali 2019

Suriani (Popolari per l’Italia): ''Maggiore efficienza con bilancio dei servizi erogati ai cittadini"

Candidato incontra cittadini a Vasto, al fianco del leader nazionale del partito ed ex ministro della Difesa Mauro: "In Abruzzo alleanza centrodestra unita e coesa"

Trasparenza ed efficacia delle prestazioni erogate ai cittadini, da parte della Regione Abruzzo, grazie a strumenti innovativi come il Bilancio dei servizi, che garantisca un monitoraggio periodico sullo stato di efficienza e sostenibilità economica, in un rinnovato rapporto di fiducia, che vada oltre campanilismi e localismi, in una visione unitaria dei territori e della regione.

E' uno dei punti cardine del programma elettorale illustrato a Vasto, davanti ad una gremita sala Aldo Moro, da Michele Suriani, primo candidato ad essere sceso in campo per le elezioni regionali d'Abruzzo del 10 febbraio prossimo, con Popolari per l'Italia, che farà parte della coalizione del centrodestra.

Assieme a Suriani c'erano l'ex ministro della Difesa Mario Mauro, fondatore e leader nazionale di Popolari per l'Italia, Vincenzo Niro l'assessore regionale ai Lavori pubblici della Regione Molise, eletto con la lista di Popolari dell'Italia, Roberto Assenti, coordinatore regionale del partito in Abruzzo, e Andrea D'Alleva, coordinatore politico.

Suriani, 38 enne ingegnere di Vasto, impegnato nel sociale, già vice-direttore regionale dell’Agenzia del Demanio delle Marche, attualmente nella Direzione generale di Roma, nel suo intervento ha elencato prima di tutto i problemi da risolvere e le opportunità da cogliere per il territorio di Vasto, ribadendo la necessità che Regione mantenga l'impegno di dotare l'ospedale San Pio, di un reparto di emodinamica all'avanguardia.Ha poi tenuto a precisare che "serve in Abruzzo una nuova identità, che vada oltre il deleterio localismo tracciato dal corso dei fiumi, e dalle montagne. Io non sarò il candidato di Vasto, perché se vuoi bene a Vasto, devi pensarlo interconnesso, in un destino comune, con tutto il resto del territorio regionale e oltre".

Suriani ha infine illustrato la proposta del Bilancio dei servizi.

"Va ricostituito un rapporto di fiducia e trasparenza tra ente regionale e cittadini. E' dunque importante realizzare periodicamente - ha spiegato il candidato di Popolari per l'Italia - un Bilancio dei servizi, che aggiorni nel dettaglio sullo stato di efficienza di  tutte le prestazioni erogate, nel settore dell'assistenza e delle politiche sociali, del trasposto pubblico locale, del servizio idrico, ed anche sul monitoraggio ambientale e della qualità dell'aria. In un'ottica manageriale, con un computo documentato dei costi e dei benefici, degli obiettivi e dei risultati ottenuti".

Il leader nazionale Mario Mauro nel suo intervento ha assicurato che la coalizione di centro destra in Abruzzo è salda è coesa, e che non ci sono ripensamenti sulla candidatura a presidente della Regione del senatore di Fratelli d'Italia Marco Marsilio.

"La manovra di bilancio ha rallentato, a livello nazionale  l'individuazione delle soluzioni, ma ciò non distoglierà da una decisione che da tempo è stata presa: quella di proseguire, nelle elezioni regionali, un'alleanza che ha già dato ottimi risultati. Anche in altre  circostanze, in altre Regioni, ci si è presi tutto il tempo possibile per trovare le soluzioni ottimali. Scelte che poi si sono rivelate vincenti. Del resto è il sentire degli italiani che oggi va verso il centrodestra, non le intenzioni di questo o quel partito. E noi nel centrodestra portiamo la nostra identità, incentrata sulla solidarietà cristiana, la libertà nell'economia e nella vita delle istituzioni, identità che ha una grande storia alle spalle".

A infondere ottimismo è stato l'assessore Niro, protagonista del successo elettorale nelle regionali del Molise del 22 aprile 2018, dove Popolari per l'Italia ha ottenuto il 7,2 per cento dei consensi, eleggendo tre rappresentanti.

"I cittadini vogliono  dare fiducia a persone competenti e capaci, come lo è Michele Suriani. Nel mio Molise, - ha ricordato Niro - alle elezioni politiche del 4 marzo 2018, il Movimento  5 stelle aveva fatto il pieno di voti. Dopo appena 50 giorni, alle elezioni regionali, il centrodestra ha ribaltato completamente il risultato, proponendo un modo dialogare diverso, un cambio di passo rispetto al passato. Avverrà lo stesso in Abruzzo".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suriani (Popolari per l’Italia): ''Maggiore efficienza con bilancio dei servizi erogati ai cittadini"

ChietiToday è in caricamento