Elezioni Regionali 2019

Marsilio "miglior candidato" secondo Berlusconi, ma crescono i malumori in Fratelli d'Italia

Il senatore Marco Marsilio considerato il migliore per l'Abruzzo ma non tarda ad arrivare l'ok della Lega

Dopo l'apertura di ieri di Silvio Berlusconi su Marco Marsilio di Fratelli d'Italia (''è il miglior candidato'') e l'annuncio di un vertice e breve non è cambiato nulla e la trattativa del centrodestra sulle regionali in Abruzzo è ancora in corso. Non è arrivata, infatti, la convocazione del tavolo nazionale con i leader.

Resta in primo piano, sunque, il caso dell'Abruzzo, la prima regione che va al voto, il 10 febbraio, con il partito di Giorgia Meloni pronto a rivendicare la candidatura del senatore Marco Marsilio alla presidenza.

Ma tra le fila di Fratelli d'Italia c'è un malumore crescente. C'è chi cita il 'precedente' delle ultime regionali nel Lazio, dove il centrodestra "solo in zona Cesarini trovò l'accordo di compromesso su Stefano Parisi che partì in ritardo" e teme che la Lega abbia una strategia precisa, quella di rinviare l'avvio della campagna elettorale in Abruzzo "per fa perdere ogni possibilità di vittoria alla coalizione" e ''togliendo forza a Marsilio''.

Berlusconi intanto è a Roma per partecipare alle cene natalizie organizzate dai suoi deputati e senatori, come anche il segretario della Salvini. Stasera, così come i prossimi giorni, potrebbero essere l'occasione per l'atteso 'trilaterale' chiarificatore che definisca liste e griglia dei nomi da schierare in campo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marsilio "miglior candidato" secondo Berlusconi, ma crescono i malumori in Fratelli d'Italia

ChietiToday è in caricamento