menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La consigliera grillina di Roma: "Abruzzesi votino M5S, altrimenti buone baracche a tutti"

Parole della consigliera romana Angelica Ardovino che hanno scatenato l'ira degli abruzzesi (e dei politici avversari)

Un post a sostegno della candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Sara Marcozzi si è trasformato in una boomerang per la consigliera grillina di Roma Angelica Ardovino, accusata di aver gettato fango sugli abruzzesi, in particolare su quelli dei comuni terremotati.

Le parole sono state scritte e poi cancellate (ma scripta manent, basta uno screenshot) dalla consigliera romana del municipio XIII in un lungo post su Facebook che ha sollevato un polverone. In sostanza, come riporta RomaToday, la consigliera ha dato agli abruzzesi dei "somari", perché "hanno creduto a questo buffone (Silvio Berlusconi, ndr) che li ha lasciati nelle tendopoli". Sarebbe l'ora di cambiare quindi e di votare, alle elezioni regionali del 10 febbraio prossimo, la candidata del M5s  alla presidenza della Regione Sara Marcozzi. "Altrimenti - chiosa la Ardovino - Buone baracche sotto la neve a tutti!".

Subito è arrivato il commento del candidato governatore di Fratelli d'Italia, Marco Marsilio. "La Ardovino che dà degli asini agli abruzzesi che non vogliono la Marcozzi alla guida della Regione non è altro che l'esponente tipo del Movimento - dice rimproverando ad Ardovino non solo i toni, offensivi, ma anche i contenuti -li abruzzesi del terremoto 2009 non vivono in baracche e i pentastellati sono privi degli strumenti democratici per interpretare la realtà, incapaci di declinare il bene comune, diffidenti rispetto a chi non è dei loro". 

Mentre da Roma c'è chi chiede poi alla sindaca Virginia Raggi di invitare la consigliera alle dimissioni, arriva anche il commento del sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi: "La consigliera grillina Ardovino non si deve permettere di insultare una comunità, come quella aquilana, che ha sofferto a causa del sisma e, con determinazione e ostinazione, sta affrontando un complesso percorso di rinascita e recupero della normalità". 

Finita nella bufera, la consigliera ha pubblicato un altro post dai toni ben diversi:

 "Sono molto spiacente che dalla strumentalizzazione di qualcuno su un mio post personale, possa essere nato un malinteso con qualche abruzzese. Ci tengo a ribadire che non era assolutamente mia intenzione offendere nessuno", si giustifica Ardovino, aggiungendo: "Anzi ho ragioni per sentirmi vicina a tutti loro perché ho vissuto personalmente il dramma di un sisma, quello del 1980 in Irpinia. Per questo motivo mi sento particolarmente coinvolta emotivamente nelle loro vicende e negli spiacevoli risvolti. Nel mio piccolo ho anche dato il mio contributo per gli abruzzesi, colpiti dal sisma del 2009. Proprio in virtù di tutto ciò, riconfermo il mio timore per possibili scelte politiche sbagliate, passate e future e per le negative conseguenze e ciò vale non solo per gli abruzzesi. Concludo, come avevo già fatto, riconfermando il mio personale sostegno alla candidata M5S Sara Marcozzi e la speranza che venga scelta per l'Abruzzo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento