menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legnini risponde all'appello del comitato cittadino di Chieti: "Sposiamo in pieno le proposte"

In conferenza stampa il candidato governatore dichiara che farà suo il programma proposto dal comitato: “Metteremo in totale sicurezza le scuole, punteremo sul rilancio del teatro Marrucino, renderemo più accogliente la zona industriale di Chieti Scalo"

“Accogliamo appieno l’appello del comitato cittadino, su tutti i temi”. Questa mattina nella sede del comitato elettorale della lista “Legnini presidente”, di via Spaventa a Chieti, il candidato Governatore, Giovanni Legnini ha raccolto le richieste del comitato cittadino rivolto ai candidati presidente della regione.  "Nel 2014 fui io a promuovere il riuso delle caserme dismesse Bucciante e Berardi un progetto strategico per la città. La lentezza di questi anni è anche colpa dell’amministrazione comunale. Il mio impegno è solenne: come me al governo della regione porteremo a totale compimento le opere”. 

Presenti alla conferenza anche i candidati di Chieti e provincia Enrico Raimondi (Legnini Presidente), Alessandro Marzoli (Pd), Paola Di Renzo (Legnini Presidente), Francesca Buttari (Pd), Lucrezio Paolini (+Abruzzo). 

“Metteremo in totale sicurezza le scuole, punteremo sul rilancio del teatro Marrucino e renderemo più accogliente e la zona industriale di Chieti Scalo. Risolveremo i problemi in caso di sisma dell’ospedale SS. Annunziata che deve essere classificato al II livello Dea - ha detto Legnini -  bisogna rafforzare e far tornare  a vivere la parte alta della città anche attraverso lo spostamento di qualche facoltà universitaria  nella ex caserma Bucciante e con l'apertura casa dello studente in centro storico. Infine un netto stop ai centri commerciali, ce ne sono già troppi. Tuteliamo il commercio cittadino. Abbiamo tanto lavoro da fare nei prossimi cinque anni". 

"Con la nostra elezione la città di Chieti tornerà a contare davvero in Regione e successivamente si avranno sviluppi positivi sulle elezioni comunali in città” ha aggiunto Enrico Raimondi.

Poi valzer di dichiarazioni degi altri candidati presenti. Per il teatino Marzoli "Legnini è garanzia per la città di Chieti e per il futuro”, per la preside del G.B. Vico Paola Di Renzo la città deve “riappropriarsi della sua vocazione culturale”. Dello stesso avviso Lucrezio Paolini che auspica “il ritorno della centralità di Chieti a livello regionale". E infine, per la vicesindaco di Francavilla al mare, Francesca Buttari, “serve un progetto nuovo che veda le due anime della città, Chieti e alta e Chieti Scalo, realmente interconesse”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento