Elezioni

Di Primio: "A Chieti Scalo liste in cambio di favori dal centrosinistra"

La bomba su Facebook di prima mattina. La consigliera regionale Sara Marcozzi prepara un'interpellanza: "Chi è l'esponente di spicco regionale che tanto si adopera per Chieti?"

Mancano circa due mesi alle elezioni comunali a Chieti ma la campagna elettorale è ormai infuocata. E’ Di Primio a denunciare un episodio che attribuisce ai suoi rivali politici di centrosinistra.

Il sindaco di Chieti, candidato per il rinnovo della carica di primo cittadino, di buon’ora affida alla sua animata pagina Facebook le seguenti parole destinate a far scoppiare la bomba: “È gravissimo –urla in maiuscolo -  ecco come il centro sinistra prepara le liste a Chieti: un noto commerciante di Chieti Scalo ha avvicinato il responsabile di una associazione sportiva con sede allo Scalo, e gli ha chiesto di candidarsi a sostegno del suo amico candidato sindaco del PD, col centro sinistra, alle comunali, questo, in cambio di...qualcosa da parte della regione”. Il sindaco non dice i nomi ma aggiunge che “a garantire l'impegno”, secondo quanto gli è stato riferito, sarebbe “un noto esponente del centro sinistra regionale...E questi sono quelli che vorrebbero cambiare?”.

A chi chiede di conoscere i nomi delle tre persone coinvolte però, Di Primio ribadisce che la sua è una denuncia morale di quanto è accaduto. “Non siate ingenui- risponde - se io denunciassi l'accaduto, e le tre persone che hanno stretto il patto negassero tutto, secondo voi cosa succederebbe? Ve lo dico io, nulla. Questo è il vero problema. A me basta che chi era a quell'incontro, sappia che io so e voi sapete.

L’indignazione si sa, corre veloce sui social network e nel primo pomeriggio arriva la notizia che la consigliera regionale teatina Sara Marcozzi (M5S) sta già preparando un’interpellanza da depositare in Regione per chiedere al Governatore Luciano D’Alfonso chi sarebbe l’esponente di spicco del suo partito che tanto si “adopera” per Chieti. Anche l’esposto in Procura della Marcozzi sarebbe già pronto.

“Certe notizie – sottolinea quest’ultima -  passano inosservate, tanta l’assuefazione dei cittadini al mal costume della politica. Siamo anche abituati ai vergognosi “listoni” da 260 candidati del centro sinistra (le elezioni regionali insegnano), ma questa volta le dichiarazioni di Umberto di Primio, sindaco uscente di Chieti, sono gravissime”.

E a fine pomeriggio, arriva il candidato sindaco del centrosinistra, Luigi Febo. Il mezzo e i modi sono sempre social, su Facebook. "Umberto stai sereno - scrive Febo - Non raccoglierò le tue provocazioni, le tue denunce sui “si dice” e i “mi hanno riferito”. La mia campagna elettorale è incentrata sulle proposte per la città dove sono nato e cresciuto. La città che amo e che merita un’amministrazione migliore. Nessuna “campagna acquisti” in cambio di favori. E' evidente il tuo tentativo di avvelenare la campagna elettorale per coprire il vuoto dei risultati e delle idee. Un gioco ormai obsoleto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Primio: "A Chieti Scalo liste in cambio di favori dal centrosinistra"

ChietiToday è in caricamento