rotate-mobile
Elezioni

Consiglio regionale, da Chieti Alessio Monaco contesta l'attribuzione dei seggi

Il candidato con Regione Facile è ricorso al Tar per contestare l'attribuzione dei seggi. Un'altra contestazione arriva da Emilio Iampieri. Venerdì 13 giugno l'insediamento di D'Alfonso

Mentre è fissata per domani, 13 giugno alle ore 11,30, la cerimonia di insediamento del nuovo presidente della Giunta regionale D'Alfonso all'Aquila, arrivano le prime avvisaglie della raffica di ricorsi che potrebbero mettere in discussione il nuovo Consiglio regionale.

Ieri la proclamazione dei consiglieri regionali.

Fuori resta Alessio Monaco, candidato del centrosinistra nella lista del presidente Regione facile a Chieti, che contesta l'attribuzione dei seggi al Tar. Monaco, che è stato nominato assessore alla Provincia di Chieti nel 2009 con Di Giuseppantonio, alle regionali ha raccolto 2.911 preferenze ed è ricorso al Tar. A quanto si apprende non  ce l'avrebbe col Pd, ma col fatto che la lista Abruzzo civico, sebbene avesse meno voti sia a livello provinciale che regionale, abbia espresso due consiglieri. Per il ricorso si è rivolto a Vincenzo Umberto Colalillo, professore di Diritto costituzionale dell'Universita' "Federico II" di Napoli.

L'altra contestazione arriva da Emilio Iampieri, che aveva già presentato prima della proclamazione degli eletti un esposto ai carabinieri per rimarcare come gli fossero stati conteggiati meno voti di quelli che in realtà aveva: con 3.899 preferenze nella lista di Forza Italia, solo 87 in più delle 3.812 dell'aquilano Luca Ricciuti, ha scelto di intraprendere la via della giustizia ordinaria al posto di quella amministrativa, assistito dal legale Aldo Lucarelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio regionale, da Chieti Alessio Monaco contesta l'attribuzione dei seggi

ChietiToday è in caricamento