menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
l'incontro al Parco Paglia

l'incontro al Parco Paglia

Ballottaggio, Febo incontra i candidati e tende la mano a Di Paolo

Il candidato sindaco di centrosinistra chiama a raccolta i candidati all'Hotel Parco Paglia, appoggiato dalla giunta regionale. E su Di Paolo: "Per cinque anni Di Primio ha scelto di chiudersi nell'immobilismo e nel palazzo, senza dare alcuna risposta a Giustizia sociale. Ecco perché ci fu una rottura"

"Le menzogne sono finite, Chieti è pronta. Il nostro è un progetto che vede i nostri figli, la città di Chieti al centro di tutto ed è arrivato il momento di far sentire la nostra energia ai cittadini, perché noi siamo vincenti". Febo è raggiante all’incontro di mercoledì sera al Parco Paglia davanti a candidati e sostenitori. Con lui, diversi esponenti della giunta regionale: il vicepresidente della Regione Giovanni Lolli, Camillo D'Alessandro, Silvio Paolucci e Marco Rapino. Durante l'incontro richiama l'attenzione dei candidati per questa fase finale prima del ballottaggio, in particolare contando sul loro supporto in tutti i quartieri della città. 

"Tutti fanno parte del nostro progetto che cambierà la città – ha spiegato Luigi Febo - ognuno di voi si deve sentire candidato sindaco".

E intanto la mano è tesa verso Bruno Di Paolo. “Il movimento di Di Paolo vanta una esperienza civica radicata – dichiara il candidato sindaco di centrosinistra -  che conosce  la città, i suoi problemi e ne vive la quotidianità e i bisogni veri. Per cinque anni la destra di Di Primio ha scelto di chiudersi nell’immobilismo e nel palazzo, senza dare alcuna risposta a Giustizia sociale e alle sue proposte. Ecco perché ci fu una rottura insanabile. Oggi, invece, una forza popolare come il centrosinistra ha il dovere di dialogare con il movimento di Bruno Di Paolo e con le sue proposte: il cambiamento può partire con più forza da un radicamento autentico e ad una carica progettuale e riformatrice dirompente che solo chi vive la politica cittadina col cuore può portare avanti”.

Di Paolo sembra essere l’unico disposto a fare alleanze, entro sabato farà sapere se e con chi starà al turno di ballottaggio. Intanto i dissapori con Di Primio che tre anni fa gli tolse la delega da vicesindaco sembrano essere sotterrati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento