Elezioni comunali 2020

Matteo Salvini arriva a Chieti, Di Iorio si rivolge al leader della Lega: "Quale criterio nella candidatura di Di Stefano?"

Il candidato sindaco del polo civico polemizza contro la scelta dell'ex senatore alla guida della coalizione di centrodestra

È la vigilia della visita di Matteo Salvini a Chieti. Il leader della Lega sarà prima ad Avezzano, per poi arrivare nel capoluogo teatino, dove alle ore 12, in piazza Mazzini, incontrerà i suoi sostenitori. È il battesimo definitivo, casomai ce ne fosse ancora bisogno, della candidatura di Fabrizio Di Stefano alla guida della coalizione di centrodestra.

Salvini era già stato in città lo scorso dicembre, quando dal palco del Supercinema lanciò il nome di Di Stefano, e a febbraio, quando aveva ribadito piena fiducia all'ex senatore. A giugno, invece, ha fatto tappa a Vasto.

La terza visita del leghista a Chieti era già stata contestata dal candidato consigliere della lista La teatinità Giustino Angeloni, della coalizione guidata da Paolo De Cesare.

Oggi, è il candidato sindaco Bruno Di Iorio a rivolgersi direttamente a Salvini, chiedendogli conto della candidatura di Di Stefano.

"Nel dare il benvenuto a un personaggio di rilievo della politica italiana - dice - da cittadino di Chieti, ritengo doveroso formulare un quesito: la candidatura di Di Stefano a quali criteri corrisponde? I cittadini di Chieti sono stati coinvolti? Nella coalizione di centrodestra che governa la città da 10 anni, non c'era un esponente rappresentativo della città?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matteo Salvini arriva a Chieti, Di Iorio si rivolge al leader della Lega: "Quale criterio nella candidatura di Di Stefano?"

ChietiToday è in caricamento