L'Udc presenta il nuovo regolamento delle entrate e chiede la riduzione Tari

I consiglieri Diego Costantini e Mario De Lio hanno illustrato il nuovo provvedimento e lanciato l'allarme sulla tassa sui rifiuti

Il nuovo regolamento delle entrate comunale e la riduzione della Tari. Questi i temi affrontati ieri dai consiglieri Udc, Diego Costantini e Mario De Lio in conferenza stampa martedì mattina nella sede di piazza Trento e Trieste. Assente Roberto Melideo per motivi di lavoro. Costantini ha illustrato il provvedimento approvato la scorsa settimana in consiglio comunale grazie al voto dei "ribelli" di Forza Italia.

"Agevolare i cittadini e le aziende che hanno debiti con le casse comuali – ha dichiarato Costantini - e allo stesso tempo agevolare gli incassi per l'ente. Si paga poco - spiega Costantini - ma sempre: questa non è una sanatoria, il Comune incasserà aggi e more, ma permette ai cittadini debitori di riuscire a pagare".

Il regolamento prevede la possibilità di dilazionare in rate fino a 60 mesi i debiti nei confronti del Comune, presentando un'autocertificazione per somme inferiori ai 30 mila euro. Per chi invece ha debiti più consistenti, c'è la possibilità di presentare una fideiussione assicurativa o bancaria. Il capogruppo di Forza Italia, Marco D’Ingiullo rivendica il contributo fondamentale dei forzisti. "Forza Italia con i suoi emendamenti ha alzato il limite della fideiussione e incluso la possibilità di scegliere tra la bancaria e l’assicurativa. Altrimenti – spiega D’Ingiullo - sarebbe stato un regolamento molto ingessato".

Teateservizi ha 30 giorni di tempo per verificare le autocertificazioni a campione. Le rate con cui pagare la dilazione saranno stabilite in base alla entità della somma da pagare, con rate minime da 100 euro per una durata massima di 60 mesi, nelle modalità indicate di seguito:fino a 250 euro non è prevista alcuna rateizzazione; da 250,01 a 500 euro: 5 rate mensili; da 500,01 a 2 mila: 12 rate mensili; da 2 mila e 0,01 euro a 6 mila: 24 rate mensili; a 6 mila e 0,01 euro a 20 mila: 36 rate mensili; oltre 30 mila e 0,01 euro: 60 rate mensili. Nel caso in cui il contribuente dimostri di essere in difficoltà economica, potrà rateizzare il proprio debito in 72 rate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla riduzione della Tari, infine, Mario De Lio ha chiesto di "stringere i tempi per quanto riguarda il taglio di 600 mila euro perchè diventi realtà" dopo le sue richieste che hanno portato a far dichiarare ai revisori dei conti che sull’applicazione delle tariffe c’era stato un errore. "Il piano finanziario sulla Tari è già pronto – dice De Lio – va approvato in consiglio entro a fine del mese altrimenti i cittadini si ritroveranno a pagare senza alcuna riduzione. Gli uffici comunali si stanno muovendo ma ad oggi non ci sono novità. Bisogna fare presto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo si accascia nei pressi di Ikea: vigilante gli salva la vita dopo il massaggio cardiaco

  • Lanciano in lutto per Mirella: domani l'ultimo saluto alla 41enne morta nell'incidente a Pescara

  • Beve una bibita e inizia a vomitare sangue: 15enne soccorso elicottero sul monte Amaro

  • Incidente al Foro a Francavilla: tre vetture coinvolte, due feriti

  • Applausi per Salvini, che scherza: "Ma qui si elegge il presidente della Repubblica?". Polemiche per gli assembramenti

  • Tragico schianto fra due auto sulla Statale 16: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento