Guardiagrele, il grande sconfitto Dal Pozzo: "Superate le preferenze del 2015, ma non è bastato"

"Portiamo a casa la soddisfazione di aver realizzato tanto e onestamente in questa consiliatura", commenta il sindaco uscente

"Abbiamo migliorato il risultato di 5 anni fa, ma non è stato sufficiente a vincere". È il commento a caldo del grande sconfitto di questa competizione elettorale, il sindaco uscente Simone Dal Pozzo, alla guida della lista Guardiagrele il bene in comune. 

Le 2.218 preferenze, il 40,51% del totale, non sono bastate alla riconferma: il nuovo sindaco è infatti l'esponente di centrodestra Donatello Di Prinzio.

"Ringraziamo tutti i concittadini che hanno confermato la preferenza per Guardiagrele il Bene in Comune - dice Dal Pozzo - e quelli che si sono aggiunti, permettendoci di migliorare il risultato di cinque anni fa. Ciò dimostra che una parte di Guardiagrele riconosce il grande lavoro fatto e apprezza la bontà e la visione lungimirante del nostro programma. Purtroppo, però, tutto questo non è bastato a vincere. La maggioranza dei votanti di Guardiagrele ha preferito votare a destra".

"Prendiamo atto anche del fatto che i voti di quanti sostenevano 5 anni fa Franco Caramanico - aggiunge - non sono confluiti né sulla nostra lista né sull'altra lista di centro sinistra, ma c'è stata la volontà di preferire il centro destra. Comunque portiamo a casa la soddisfazione di aver realizzato tanto e onestamente in questa consiliatura. 18 milioni di euro di investimenti, 4 progetti per le nuove scuole, 2 milioni di euro per le manutenzioni stradali, il palazzetto dello sport, una miriade di lavori pubblici, il ritorno del turismo: oggi abbiamo una Guardiagrele viva".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per molto tempo, forse per qualche anno, ci sarà da portare avanti il lavoro incredibile di questi anni, a meno che, come promesso, non si bloccherà tutto. Chi ha vinto si assuma la responsabilità di ogni decisione e di ogni scelta. L'augurio lo facciamo a Guardiagrele con la speranza che il seme porti frutto", è la conclusione, che non lesina una frecciata agli avversari.

I risultati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venticinquenne si ribalta con la Bmw a Chieti: miracolosamente illeso

  • Presentata la nuova giunta comunale a Chieti: Rispoli al lavori pubblici, Pantalone al commercio

  • Interruzioni idriche a Chieti e provincia dal 20 al 27 ottobre: il calendario completo

  • Coronavirus a Chieti: 2 casi positivi e 7 persone in isolamento

  • Capodanno in autogrill a Brecciarola: l’evento diventa virale anche in Abruzzo

  • Schianto mortale sulla Statale 16: perde la vita una ragazza di 17 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento