Riduzioni Tari, centrosinistra attacca la giunta Di Primio: "Anche in campagna elettorale vengono prima i cittadini"

Febo e Zappalorto contro l'amministrazione, chiedono la convocazione delle commissioni competenti per approvare le agevolazioni a cittadini e imprese

Le riduzioni sulla tassa dei rifiuti diventa terreno di attacco politico nei confronti del sindaco uscente Umberto Di Primio. Non solo dall'opposizione, in particolare i consiglieri Luigi Febo (Chieti per Chieti) e Chiara Zappalorto (Partito Democratico), ma anche da quella che, fino a poco tempo fa, era la maggioranza, il gruppo consiliare di Forza Italia. 

Lo stesso gruppo che, com'è noto, non sostiene la coalizione di centrodestra, ma la candidatura a sindaco di Bruno Di Iorio, con tanto di autosospensione del partito dell'assessore regionale teatino Mauro Febbo.

Gli esponenti di centrosinistra incalzano per la convocazione delle commissioni BIlancio e Regolamento per approvare le misure di riduzione della Tari a favore di famiglie, attività produttive e commerciali. 

"A più di un mese di distanza dalla delibera unanime dei gruppi consiliari per la rimodulazione e riduzione della tassa - incalzano Febo e Zappalorto - come espressamente previsto da specifici provvedimenti nazionali, e nonostante le risorse governative assicurate agli enti locali a copertura delle minori entrate tributarie, di fatto il Comune di Chieti sembra completamente ignorare l’esigenza di coloro che più di altri hanno sofferto le conseguenze economico-finanziarie del Covid-19; quasi che la riapertura delle attività abbia fatto finire nel dimenticatoio quello che invece è una agevolazione riconosciuta in punto di diritto. Ci chiediamo cosa si stia aspettando. Soprattutto il dubbio sorge circa la manifesta volontà espressa in Consiglio dalla maggioranza di centrodestra, che però di fatto non pone in essere nessuna azione concreta conseguente all’intenzione manifestata". 

"Possiamo comprendere - attaccano - che per le forze di coalizione che reggono la giunta teatina non sia un momento facile, giacché impegnate nelle diatribe partitiche circa le candidature per le imminenti elezioni amministrative. Immaginiamo la fatica del dover partecipare ai vari tavoli politici regionali e romani, nella contrapposizione di propri interessi di parte sulla spartizione territoriale di nomi ed incarichi. Consideriamo, anche, con simpatia la necessità che hanno di dover seguire le indicazioni dei referenti nazionali che li vogliono in piazza, o in presenza in altre città abruzzesi. Riteniamo però che, anche a fine mandato, anche con l’approssimarsi della campagna elettorale, il primo dovere della giunta comunale dovrebbe essere quella di pensare al bene e al benessere dei propri concittadini. A maggior ragione subito dopo una fase delicata come quella sofferta a causa del Coronavirus". 

Oltre alla riduzione delle tariffe, i consiglieri di opposizione chiedono "una più efficiente ed efficace previsione di rateizzazione del tributo, poiché è evidente che il numero delle stesse ha incidenza e peso, per le famiglie e le attività, con riferimento al quantum da corrispondere".

Sullo stesso tema incalza Forza Italia: "Siamo quasi al 30 giugno e della modifica al regolamento delle entrate non vi è ancora traccia. Ricordiamo, per la seconda volta, la promessa che il sindaco fece durante il consiglio convocato per l’approvazione del bilancio di previsione, impegnandosi affinché il provvedimento venisse licenziato entro e non oltre il 15 giugno".

Il gruppo chiede l'approvazione della delibera, per consentire "ai cittadini e alle imprese che hanno debiti con l’amministrazione di poter regolarizzare le loro posizioni, facendo affidamento su una maggiore dilazione di pagamento e quindi su rate meno impegnative".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La modifica - spiegano - è molto urgente, perché consentirebbe non solo di facilitare tantissimi utenti ma nel contempo creerebbe una maggiore liquidità nelle casse del Comune che, com’è noto, sono in profonda sofferenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una bimba abruzzese disegna il nuovo peluche venduto da Ikea

  • Concorso al Mibact: pubblicati gli avvisi per la formazione delle graduatorie, in Abruzzo 21 posti

  • VIDEO - Facevano acquistare alla Asl protesi a prezzo gonfiato: quattro persone arrestate e 2 medici sospesi

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutti i divieti e le restrizioni in vigore per un mese

  • Negozio di abbigliamento cerca personale per imminente apertura al Megalò

  • Serve clienti al bancone dopo le 18: barista sanzionato dai carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento