Mercoledì, 12 Maggio 2021
Elezioni comunali 2020

Memoria della Resistenza teatina: le proposte dell'Anpi ai candidati sindaco

L'associazione dei partigiani ricorda che "la città ha partecipato alla Resistenza con i partigiani della Banda Palombaro e coi patrioti della Brigata Maiella"

Il sacrario alla Resistenza

Arriva un appello dalla sezione teatina dell'Anpi, intitolata all'eroe cittadino Alfredo Mario Grifone, Medaglia d’Oro al Valore Militare, ai cinque candidati sindaco Luca Amicone, Paolo De Cesare, Bruno Di Iorio, Fabrizio Di Stefano e Diego Ferrara. 

L'associazione dei partigiani fa leva sulla storia cittadina, ricordando al prossimo sindaco che "la città ha partecipato alla Resistenza con i partigiani della Banda Palombaro e coi patrioti della Brigata Maiella".

Per questo, propone di inserire nei programmi elettorali alcuni punti sulla scia di questa importante fetta di storia teatina. Filippo Paziente, presidente della sezione Anpi di Chieti, si rende inoltre disponibile, a nome dell'associazione, "a chiarire le nostre proposte nelle vostre conferenze e assemblee elettorali". 

Ecco, di seguito, le richieste dell'Anpi:

  1. l’intitolazione di una piazza alla Repubblica (abbiamo già raccolto centinaia di firme, a sostegno di una precisa proposta), collegata alla nomina di una “Commissione dell’onomastica cittadina” e a un nuovo organico piano del centro storico; 
  2. la manutenzione del Monumento alla Resistenza e il suo eventuale spostamento, perché, inserito in una zona periferica della città, è poco visibile;
  3. la sistemazione del recinto della lapide dedicata ai Martiri della Resistenza teatina, murata a sinistra della Cassa di Risparmio, in Piazza  Martiri della Libertà;
  4. il controllo dello stato delle lapidi documentali della Resistenza teatina, dedicate alla Brigata Maiella, ai Martiri di Colle Pineta, a tutti i Martiri della città ( in alcune il tempo ha corroso parti delle epigrafi );
  5. l’uso esclusivo dell’ex Cappella Taraborelli come “Sacrario dei Combattenti della Resistenza teatina”;
  6. la sistemazione e la cura del Cimitero Ebraico, ridotto in uno stato di completo abbandono;
  7. la costituzione alla Villa Comunale del “Giardino dei Giusti tra le nazioni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Memoria della Resistenza teatina: le proposte dell'Anpi ai candidati sindaco

ChietiToday è in caricamento