Parco letterario intitolato a Ettore Paratore, Fabrizio Di Stefano: "L'obiettivo è Chieti capitale della cultura"

Nella sala convegni di Palazzo de’ Mayo il candidato sindaco del centrodestra ha presentato l’iniziativa territoriale per l’istituzione del Parco Letterario nel capoluogo teatino

"Serve valorizzare la cultura per generare economia e creare nuove opportunità di lavoro per far restare sul territorio i nostri giovani". Questo uno degli obiettivi del candidato sindaco del centrodestra, Fabrizio Di Stefano che oggi 21 luglio, nella sala convegni di Palazzo de’ Mayo ha presentato l’iniziativa territoriale per l’istituzione del Parco Letterario “Ettore Paratore” nel capoluogo teatino.

A relazionare sui vantaggi dell’individuazione di nuovi canali di partecipazione culturale della società civile accanto alle istituzioni cittadine, sono stati chiamati Stanislao de Marsanich, Presidente de i parchi letterari, Gennaro Colangelo, esperto di management culturale e direttore di eventi artistici, Imma Scognamiglio, manager delle relazioni internazionali e specialista di Progettazione Europea. Ettore Paratore nato a Chieti il 23 agosto 1907 è stato un latinista e accademico italiano, considerato uno dei massimi studiosi di letteratura latina nel secondo dopoguerra.

Gli scopi della creazione di un Parco letterario si legano al coordinamento di associazioni, fondazioni, centri studi e gruppi creativi locali con l’obiettivo comune di rafforzare l’immagine del territorio e contribuire al suo definitivo rilancio turistico-culturale; ripristinare gli spazi di aggregazione culturale e ricreativa nella città di Chieti, attraverso un fecondo interscambio di mobilità sociale e giovanile di intelligenze; coinvolgere gli studenti universitari dell’Ateneo di Chieti in piena interazione con il centro cittadino, le sue dimore storiche, i musei, le rappresentanze culturali e il Teatro Marrucino; onorare attraverso la figura di un cittadino illustre,la tradizione di latinità che trova nelle terre d’Abruzzo testimonianze e beni archeologici e culturali di enorme valore.

"L’obiettivo - conclude Di Stefano - è portare Chieti a diventare capitale italiana della cultura". L’inaugurazione del Parco è prevista per il prossimo 15 ottobre, data in cui ricorrono i venti anni dalla scomparsa di Ettore Paratore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento