Luca Amicone è il sesto candidato sindaco a Chieti: c'è il via libera dei vertici del Movimento 5 stelle

Poco fa l'ufficialità dalla deputata Torto, che si sta occupando della composizione della lista. Nel 2015, era stato il primo dei non eletti dopo Argenio e D'Arcangelo

Il sesto candidato sindaco di Chieti è finalmente ufficiale: Luca Amicone cercherà di conquistare la fascia tricolore per il Movimento 5 stelle. L'annuncio è arrivato poco fa, dalla deputata Daniela Torto, che si sta occupando della composizione della lista. Il nome del bancario teatino era certo, ma mancava l'ufficialità da Roma. 

Amicone si aggiunge dunque agli aspiranti sindaco Fabrizio Di Stefano (centrodestra), Paolo De Cesare, Bruno Di Iorio, Diego Ferrara (centrosinistra) e Lello Carapelle. 

"Finalmente - commenta la deputata Torto - possiamo iniziare a ragionare su cosa fare a Chieti, per il bene di tutti i cittadini. La certificazione del candidato sindaco ricevuta oggi ci permette di avviare una nuova fase che lo vedrà direttamente impegnato nella campagna elettorale per le amministrative della città, già entrata nel vivo in piena estate. Fino ad ora, ho assistito a pochissime proposte concrete da parte di tutte le forze politiche. Anzi, piuttosto si è passato il tempo a mettere in piazza soltanto molte schermaglie, soprattutto nel centrodestra. Seppure sembri ci sia qualche novità nel panorama politico di Chieti, in realtà stiamo parlando sempre delle stesse accozzaglie che non hanno nulla di innovativo per una città con moltissime potenzialità inespresse e che ormai sembra rassegnata”. 

Amicone, classe 1979, è nato a Chieti, dove si è diplomato in Ragioneria. Ha iniziato a lavorare giovanissimo, facendo esperienza come operaio metalmeccanico e commerciante di automobili. A 20 anni, per il servizio militare, si è arruolato nell'Arma dei carabinieri e da allora è associato alla sezione teatina. "Un'iscrizione - precisa - a cui tengo molto, perché mio fratello maggiore, Mirko, è un carabiniere".

Da oltre 20 anni, Amicone è impiegato in banca, nel settore del Risk Management. Nel frattempo, ha conseguito la laurea triennale e magistrale in Economica, con il massimo dei voti. Nel 2016, dopo un breve periodo negli Stati Uniti, ha fondato una startup nel campo paramedicale, premiata nel 2019 come la migliore d'Abruzzo dalla sezione regionale della Cna e da Confindustria Chieti Pescara. 

"Tra le mie passioni - racconta il candidato sindaco pentastellato - c’è il teatro: da diversi anni frequento la scuola di recitazione del Marrucino e tra i vari spettacoli a cui ho partecipato è stato un onore essere il protagonista di una piece teatrale ispirata a 'L'avventura di un povero cristiano' di Ignazio Silone. Ma la passione più grande, forse anche per deformazione professionale, è sempre stata rivolta alla politica e all’economia. Per questo, negli ultimi anni ho scelto di dedicarmi attivamente per la mia città, alla quale sono molto legato, partecipando alle scorse elezioni amministrative di Chieti, risultando il primo dei non eletti (dopo i consiglieri eletti Ottavio Argenio e Manuela D'Arcangelo, ndc) proprio nella lista del Movimento 5 stelle e oggi nuovamente con un progetto più ampio, come candidato sindaco".

"La conferma della mia candidatura a sindaco con il Movimento 5 Stelle rappresenta solo il primo passo. Fino ad oggi - aggiunge Amicone - siamo rimasti a guardare i vari movimenti e posizionamenti delle varie liste civiche e dei partiti, ma da oggi cominceremo a fare le nostre proposte, consapevoli che Chieti è una città con molte potenzialità e va valorizzata tenendo conto delle diverse realtà che la compongono. Mi riferisco, ad esempio, alle caratteristiche e necessità differenti che ha Chieti Scalo rispetto al Colle, che impone un’analisi di contesto seria e approfondita, al fine di potere elaborare proposte che possano davvero cambiare la città e anche in poco tempo".

"Nei prossimi giorni - conclude il candidato sindaco - io e il mio gruppo lanceremo alcune idee per la città, con la speranza che il dibattito politico si concentri davvero sulle azioni necessarie per ridare nuovo slancio al nostro meraviglioso territorio, tralasciando le inutili scaramucce, a cui i cittadini stanno assistendo oramai da diverse settimane, di alcuni politici che in fondo hanno solo l’abitudine di cambiare casacca ad ogni elezione. Il cambiamento comincia anche da queste piccole cose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • VIDEO - "Cambio moglie" fa tappa a Lanciano: i circensi Ferrandino protagonisti con i parrucchieri Sorrentino

Torna su
ChietiToday è in caricamento