Forza Italia rompe il silenzio e difende Febbo, ma senza parlare delle comunali a Chieti

I consiglieri regionali D'Amario, Sospiri e D'Annuntiis rivendicano il ruolo del partito e l'impegno dell'assessore. Una replica indiretta alle polemiche delle ultime settimane

Sospiri e Febbo

Finalmente Forza Italia rompe il silenzio e rivendica la sua "salda presenza" nella maggioranza in Regione. A quasi un mese dall'autosospensione di Mauro Febbo dal partito, seguito a ruota dai suoi fedelissimi e dopo l'ultimatum della Lega, i vertici azzurri abruzzesi si espongono a difesa dell'assessore.

Una difesa con qualche indugio, considerato che Febbo ha lasciato Forza Italia il 23 giugno, ribadendo a più riprese il suo appoggio al candidato sindaco Bruno Di Iorio, sostenuto anche da Italia Viva, anziché al leghista Fabrizio Di Stefano, come il resto della coalizione di centrodestra.

Nel frattempo, oltre all'aut aut della Lega ("O l'appoggio a Di Stefano o l'uscita dalla giunta regionale"), c'è stata la mano tesa di Fratelli d'Italia, che ha invitato all'unità dei partiti di centrodestra. Tuttavia, nessun azzurro si è presentato alla conferenza stampa del candidato Di Stefano, il quale ha commentato senza mezzi termini che "l'assenza di Febbo mortifica la città".

Ora, finalmente, gli azzurri danno il la per un nuovo round. In una nota stampa firmata dai consiglieri regionali di Forza Italia Daniele D’Amario, Lorenzo Sospiri e Umberto D’Annuntiis, si rivendica il ruolo di Forza Italia nella maggioranza regionale e, soprattutto, l'operato di Febbo, giudicato positivamente. 

Nel comunicato, a onor del vero, non si fa il minimo cenno alla campagna elettorale teatina. Ma la difesa del partito e del suo (ex?) massimo esponente cittadino suona come una risposta, sebbene tardiva, alle polemiche delle ultime settimane. 

“Forza Italia - si legge nella nota - è saldamente impegnata nel sostenere il governo regionale di centrodestra a guida del presidente Marsilio e, soprattutto, quotidianamente al lavoro con l'obiettivo concreto di far crescere lo sviluppo della nostra economia per una Regione più competitiva, più moderna e capace di rispondere alle esigenze degli abruzzesi”.

"“Il cambiamento iniziato è sotto gli occhi di tutti come soddisfacente, positivo  è l'operato svolto fino ad oggi dall’assessore Mauro Febbo - dicono i consiglieri regionali - che, solo in un anno, attraverso le sue deleghe è riuscito a mettere in campo risorse importanti e fondamentali per il rilancio del tessuto imprenditoriale. Nei settori come il turismo e le attività produttive vi è stato un vero e proprio cambio di passo. Basti pensare alle risorse sbloccate al ministero per far partire gli Accordi di Programma, i diversi ed attesi bandi aperti per le imprese, la sblocco e la pubblicazione della graduatoria della legge 77 relativa ai finanziamenti alle aziende turistiche, realizzazione di una strategia di promozione turistica a livello nazionale o come l'ultimo accordo firmato con il Napoli Calcio per il suo ritiro estivo a Castel Di Sangro".

E la conclusione è una presa di posizione chiara: Forza Italia non esce dalla maggioranza in Regione, né tantomeno Febbo lascerà il suo posto nell'esecutivo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Forza Italia - chiosano D'Amario, Sospiri e D'Annuntiis - senza ombra di dubbio e con coerenza lavora con e nella maggioranza di governo per portare avanti il cambiamento che gli abruzzesi auspicano dopo aver bocciato in maniera netta il precedente governo regionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l’ora solare e guadagneremo un’ora in più di sonno

  • Traffico paralizzato in centro per l'auto dei vigili in divieto di sosta: multati dai loro colleghi

  • Le migliori pizzerie 2020 di Chieti e provincia secondo 50 Top Pizza sono cinque

  • In provincia di Chieti 32 comuni di montagna rischiano di scomparire: arrivano contributi dalla Regione

  • Furto con scasso in una pizzeria del centro di Chieti, il titolare pubblica le foto dei ladri sui social: "Chi li riconosce?"

  • Da Forlì a Chieti: il tenente colonnello d'Imperio è il nuovo comandante del reparto operativo dei carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento