menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferrara incontra le organizzazioni sindacali: "Energie concentrate sulla ripresa della Valpescara"

Il candidato sindaco del centrosinistra ha trovato un’ampia convergenza sui temi dell’auspicabile ripresa del dopo Covid-19 "che deve puntare - dice - innanzitutto sulla possibile ripresa delle attività produttive in Valpescara"

Confronto del candidato sindaco del centrosinistra con alcune organizzazioni sindacali dei lavoratori dipendenti Cgil, Cisl e Uil e dei datori di lavoro (Cna) sui temi dell’auspicabile ripresa del dopo Covid-19.

Accompagnato da Giustino Zulli, coordinatore cittadino di “Articolo uno”, ex segretario regionale della Cgil, Diego Ferrara ha affrontato con gli interlocutori vari temi, condividendo la volontà di puntare innanzitutto sulla possibile ripresa delle attività produttive in Valpescara, devastata negli ultimi vent’anni da un  processo di deindustrializzazione che ha polverizzato oltre 10 mila posti di lavoro.

“Quella zona – ha dichiarato Ferrara - in modo nuovo e moderno, può e deve tornare ad essere, con le altre attività commerciali e culturali, uno dei volani della ripresa economica cittadina su cui concentrerò gran parte delle mie attenzioni, se eletto sindaco della città. Quando saranno più chiare le indicazioni del Recovery found- che dovrebbe garantire, a partire dal 2021, una importante iniezione di denaro fresco per il rilancio dell’economia europea ed italiana- vedremo quanti dei 170 miliardi di euro previsti per l’Italia saranno assegnati all’Abruzzo e alla nostra città per rivitalizzare il tessuto industriale della Valpescara”.

Intanto proseguono gli incontri del candidato Ferrara finalizzati a mettere al centro del programma elettorale “i problemi reali della nostra comunità”.

“Contrariamente all’attuale gestione del Comune, autoreferenziale ed autosufficiente, se eletto Sindaco – ha concluso Ferrara- assumo l’impegno di fare, periodicamente, incontri con le forze sociali e culturali cittadine per inaugurare un diverso metodo che fa della partecipazione e del confronto il vero lievito della nostra democrazia oggi minacciata da concezioni autoritarie ed anticostituzionali. Resto convinto, e con me tutta la coalizione che mi sostiene, che solo il metodo del confronto continuo, nel rispetto dei diversi ruoli, può farci uscire dalla crisi che il nostro Comune sta vivendo ormai da molti anni”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento