Distretto sanitario dello Scalo, blitz dei 5 stelle alla direzione generale della Asl

Il candidato sindaco Amicone ha accompagnato la consigliera Stella e la deputata Torto, che da tempo ne chiedono la riapertura

Torna a battere sulla riapertura del distretto sanitario dello Scalo, il candidato del Movimento 5 stelle, Luca Amicone, che ieri è stato in direzione generale della Asl con la consigliera regionale Barbara Stella e la deputata Daniela Torto, per chiedere la documentazione del caso.

La consigliera Stella, che da tempo si occupa del caso, ha presentato richiesta formale per poter visionare le carte. "Anche nei mesi precedenti - denuncia - in riferimento alle problematiche inerenti il reparto di Cardiochirurgia, di cui avevo chiesto copia della documentazione relativa all’Audit aperto dallo stesso direttore generale nel reparto in questione, mi è stato negata copia della documentazione”, così la pentastellata.

"Vorrei capire perché - aggiunge - il distretto sanitario è stato chiuso e soprattutto come si sta procedendo per l’individuazione della nuova sede e per l’apertura di quello nuovo. Sembra che sia stata individuata la nuova locazione nei locali della stazione di Chieti scalo, di proprietà di Rfi e attivate tutte le azioni necessarie per la stipula dell’accordo tra i due enti, già nel mese di giugno. Ad oggi però risulta ancora tutto fermo”.

Stella non lesina una frecciata al direttore generale dell'azienda sanitaria, Thomas Schael: "Gli ricordo che il suo compito è di migliorare l’offerta sanitaria della nostra regione e non di chiudere servizi essenziali per i cittadini. E soprattutto lo invito nuovamente a facilitare il compito dei consiglieri regionali nello svolgimento della loro funzione, permettendo la visione e la consultazione degli atti prodotti, frutto delle azioni amministrative adottate dalla Asl teatina, braccio operativo fondamentale, nella gestione sanitaria della Regione Abruzzo”.

Amicone denuncia "code e rallentamenti per gli utenti" dopo la chiusura del distretto sanitario. "Mi auguro - conclude - che questa azione possa fungere da spinta per restituire al più presto il distretto sanitario allo scalo della città, un servizio fondamentale per tutti i cittadini che dovrebbe piuttosto essere implementato e non ridotto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento