De Cesare punta sulle agevolazioni ai commercianti: "Va abolita la tassa sull'occupazione di suolo pubblico"

Per compensare i mancati incassi dell'ente, il candidato sindaco ha ideato "un piano virtuoso di razionalizzazione delle spese di gestione del Comune"

L'abolizione della Tosap, la tassa sull'occupazione di suolo pubblico, è uno dei punti del programma del candidato sindaco Paolo De Cesare, che vuole così aiutare le attività commerciali che "urgono, in maniera definitiva e non temporanea - dice - di politiche di supporto concreto e sgravio fiscale propedeutico all'adozione di comportamenti virtuosi come, ad esempio, l'efficientamento energetico e l'abbattimento delle barriere architettoniche all'interno dei luoghi di esercizio".

Per compensare i mancati incassi dell'ente, De Cesare ha ideato "un piano virtuoso di razionalizzazione delle spese di gestione del Comune". Al contempo, pensa a un piano di rilancio a favore delle attività commerciali, che, nel suo progetto, dovrebbe creare "un aumento dell'occupazione e del relativo gettito fiscale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

De Cesare si dice inoltre pronto, in caso di elezione, a "condividere con i cittadini non solo i numeri, ma anche lo stato di avanzamento dei progetti e delle attività in corso, mostrandosi e dimostrandosi aperta al dialogo, al confronto ed al giudizio. Questa - aggiunge - è la mission del bilancio sociale, uno strumento utile all'amministrazione stessa per autocontrollarsi nella progressione degli interventi realizzati, nell'ottica di un piano di azione che può, anzi deve, essere modificato se gli obiettivi prefissati non vengono raggiunti o se pervengono istanze e proposte migliorative da parte degli stakeholder. Il bilancio sociale - aggiunge - è un modello di gestione assolutamente trasparente ma anche comprensibile e consapevole, poichè non si limita alla pur necessaria rendicontazione numerico contabile, bensì contestualizza e spiega la natura della spesa o del ricavo, relazionando nel dettaglio la genesi di ogni attività: fonti di finanziamento, risorse impiegate, punti di forza e punti di debolezza, obiettivi, stato di avanzamento". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Il Comune di Atessa assume 5 impiegati a tempo indeterminato: bando e scadenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento