De Cesare presenta 4 candidati della lista civica "Chieti C'è": ecco chi sono

Questi i quattro dei candidati al consiglio comunale della lista civica "Chieti C'è" presentati dal candidato sindaco Paolo De Cesare

Giuliano Siciiano, Eduardo Ricci, Vincenzo Ginefra e Vittorio Cimini. 
Questi i quattro dei candidati al consiglio comunale della lista civica "Chieti C'è" presentati dal candidato sindaco Paolo De Cesare. 

La lista civica "Chieti C'è" è stata costruita personalmente da De Cesare ed è composta «da persone di spessore, con una esperienza amministrativa e politica autorevole e utilissima alla realizzazione della nostra agenda del fare».

Questi i 4 candidati presentati:

  • Giuliano Siciliano, uno tra i primi ad aver aderito al progetto civico di De Cesare, già consigliere capogruppo alla Provincia di Chieti nonchè assessore comunale, che ha anche reso pubblico il proprio slogan, 'l'esperienza al servizio dei giovani'; 
  • Eduardo Ricci, geometra, per 38 anni funzionario e vice dirigente del settore lavori pubblici del comune di Chieti;
  • Vincenzo Ginefra, medico odontoiatra, ex assessore per due mandati con il sindaco Cucullo;
  • Vittorio Cimini, promotore finanziario, da sempre impegnato nell'ambito del civismo.

Ginefra si dice «felice ed onorato di far parte di questo gruppo. Questa sarà una campagna elettorale importante perchè se la città perde l'opportunità di scegliere amministratori nuovi perde l'opportunità di un futuro: l'attualità mostra che non ci sono gli scuolabus, non ci sono i bagni pubblici, manca una programmazione delle manutenzioni. Paolo De Cesare, che dopo una mia pausa di riflessione ha fatto riaccendere in me la scintilla per tornare in campo, è l'unico in grado di invertire questo trend»;
Siciliano afferma con convinzione che «Paolo De Cesare riuscirà a far tornare bellissima e viva la nostra città, così come lo era un tempo», mentre Cimini dice che «il vero voto utile è per le persone come Paolo De Cesare, le quali non solo ci mettono la faccia ma anche il coraggio di andare contro un sistema che sembra preconfezionato. Con Paolo condivido l'approccio pragmatico e l'idea di una città unica, senza barriere fisiche e concettuali tra i vari quartieri: a riprova di ciò immagino la sede istituzionale del vice sindaco nella zona dello Scalo e riunioni di Giunta itineranti».
Ricci, invece, dichiara: «Metto a disposizione tutta la mia esperienza amministrativa, frutto di circa 40 anni di impegno profuso nel settore comunale dei lavori pubblici, per una città che amo dal più profondo del mio cuore».

Contestualmente alla presentazione dei quattro candidati, De Cesare ha anche parlato di uno dei punti della sua agenda del fare: «Sappiamo che la nostra città ha una delle aliquote Tari più alte d'Italia e, contestualmente, in questi anni ha avuto un calo demografico importante, retrocedendo al quinto posto nella classifica delle città più popolose della Regione, sorpassata da Montesilvano, la quale non è neanche capoluogo di provincia. Di riscontro la proposta, anche per incentivare l'aumento demografico, mutuando una best practice adottata anche da altri comuni, oltre che una riduzione per gli attuali residenti è l'esenzione del tributo per una triennalità verso tutti i nuclei famigliari, con un reddito Isee annuale non superiore ai 30mila euro, che decideranno di porre la propria residenza a Chieti. Nuovi residenti sta a significare nuova economia e vitalità per il territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento