Elezioni comunali 2020

Tra volti noti e nuovi ingressi, ecco chi entra in consiglio e chi può ancora sperare in un posto

La Lega è la prima forza politica della città, con l'assessore uscente Colantonio confermato il più votato come nel 2015. Nelle altre coalizioni, il primato spetta a Pantalone (Chi ama Chieti)

Colantonio (a destra), il più votato in assoluto e Pantalone (a sinistra), il più votato negli altri schieramenti

Tra conferme, volti nuovi e uscite eccellenti, il nuovo consiglio comunale si delineerà soltanto tra due settimane a cambierà volto a seconda del candidato sindaco vincente tra Fabrizio Di Stefano (centrodestra) e Diego Ferrara (centrosinistra).

Dunque, la caccia ai voti non si è ancora conclusa: in base alla coalizione vincente e alla nomina degli assessori, anche chi oggi appare come sfavorito, può ancora sperare di rappresentare i teatini in consiglio.

A ribaltare le carte in tavola potrebbero essere non solo eventuali apparentamenti, per cui i contatti ufficiosi sono iniziati già da ieri, e la scelta della giunta. La nomina degli assessori, infatti, potrebbe far sperare in un posto nell'assise civica anche coloro che al momento appaiono con certezza esclusi. 

Insomma, le vivaci dinamiche della politica comunale rischiano di cambiare scenario fino all'ultimo minuto. 

Di sicuro, la Lega si conferma la prima forza politica in città, con il 16,96% delle preferenze, seguita a ruota da Fratelli d'Italia, che ottiene un lusinghiero 13,81%. Nelle altre coalizioni, si impone Forza Chieti, la lista dell'assessore regionale Mauro Febbo, che arriva al 7,82%, ma non riesce a far conquistare il ballottaggio al suo candidato sindaco Bruno Di Iorio. Segue il Partito Democratico con lo 6,16%, ad appena lo 0,01%, dal Movimento 5 stelle. 

Nella coalizione di Paolo De Cesare, solo la lista Chi ama Chieti riesce a superare la soglia del 3%, necessaria per poter eleggere almeno un consigliere. 

A ottenere il maggior numero di preferenze personali, come 5 anni fa, è l'assessore uscente Mario Colantonio (669), seguito a ruota da un altro decano della politica teatina, il chirurgo Liberato Aceto (552), che nell'ultimo lustro ha ricoperto il ruolo di presidente del consiglio comunale, e dal vice sindaco uscente Giuseppe Giampietro (505).

Nelle altre coalizioni, i 442 voti di Manuel Pantalone lo rendono il più votato, mentre nel centrosinistra 246 preferenze premiano il capogruppo uscente di Chieti per Chieti, Luigi Febo. Nella coalizione di Di Iorio, il consigliere uscente di Forza Italia Maurizio Costa (Forza Chieti) fa il pieno con 388 voti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra volti noti e nuovi ingressi, ecco chi entra in consiglio e chi può ancora sperare in un posto

ChietiToday è in caricamento