Mense, filiera corta e promozione agroalimentare: Coldiretti incassa l'impegno dei candidati

Temi particolarmente importanti che sono stati approfonditi nel corso di cinque “faccia a faccia”

Coldiretti incassa l'impegno dei candidati sinaco di Chieti per quanto riguarda mense, filiera corta e promozione agroalimentare: temi particolarmente importanti che sono stati approfonditi nel corso di cinque “faccia a faccia” iniziati ieri nella galleria Scalo con Fabrizio Di Stefano e terminatI oggi con Bruno Di Iorio, Paolo De Cesare, Luca Amicone e Diego Ferrara.

Al centro delle proposte state avanzate da Coldiretti Chieti ai candidati sindaci al Comune il tema del “cibo”: la promozione delle produzioni locali nelle mense scolastiche e pubbliche, la valorizzazione delle vendita diretta attraverso l’uso degli edifici storici ormai inutilizzati, l’applicazione della legge di orientamento per l’assegnazione dei lavori di pubblica utilità e la lotta alle frodi alimentari e alla falsificazione con l’obiettivo di salvaguardare il prodotto made in Italy e il rapporto tra produttori e consumatori.

"Abbiamo evidenziato le criticità esistenti, ma anche proposto delle linee programmatiche ribandendo l’importanza della promozione e della salvaguardia, a tutti i livelli, del made in Italy agroalimentare" commenta il presidente Pier Carmine Tilli, presente ai faccia a faccia assieme al presidente di sezione di Chieti Sergio Carosella e al direttore provinciale Luca Canala.

Che aggiunge: "Una città come Chieti può esprimere molto, come dimostra l’esistenza del mercato di Campagna Amica di via Arniense in cui produttori e consumatori si incontrano uniti dal comune apprezzamento per le produzioni abruzzesi che arrivano direttamente dagli agricoltori. Ringraziamo i candidati per l’attenzione che ci è stata dimostrata e ci auguriamo che le nostre proposte siano di spunto per tutti coloro che andranno ad amministrare la città. Le imprese agricole rappresentano una economia importante che va tutelata, salvaguardata e promossa anche alla luce delle richieste dei cittadini e con un occhio di riguardo ai luoghi in cui il cibo viene consumato, con riferimento soprattutto alle mense scolastiche”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento