Chieti Solidale, sindacato Usb contro i candidati Di Stefano e Di Iorio: "Imbarazzanti!"

Il sindacalista Silvio Di Primio accusa "tutti e due gli schieramenti nei quali ritroviamo tutte le stesse persone che hanno ridotto a brandelli la società partecipata".

Non sono andate giù a Silvio Di Primio (Usb) le dichiarazioni dei candidati sindaco Fabrizio Di Stefano e Bruno Di Iorio sullo stop alla vendita della farmacia comunale e al futuro della Chieti Solidale.

"Tanto per fare chiarezza - dice Di Primio -  la vendita della farmacia comunale di Filippone è stata scongiurata dal movimento di protesta che si è creato in questa città contro una decisione assurda che equivaleva anche alla morte di Chieti Solidale: basti ricordare gli striscioni della Usb  appesi per settimane intere davanti alla Farmacia in questione  e le partecipatissime sedute del Consiglio Comunale con tantissimi cittadini infuriati sulle scelte di questa amministrazione".

Di Primio accusa "tutti e due gli schieramenti dove ritroviamo le stesse persone che hanno ridotto a brandelli la Chieti Solidale. Artefici della difficile, se non drammatica, situazione della Srl Chieti Solidale sono ugualmente imbarazzanti".

"L'esempio incontrovertibile di questa mala amministrazione - aggiunge Di Primio -  è dato dal fatto che tutte le lavoratrici e lavoratori della Chieti Solidale si sono ritrovati con le buste paga praticamente a zero perchè la società non ha a disposizione neanche 50-60 mila euro per anticipare il Fondo di Integrazione Salariale pur sapendo che a breve l'Inps rimborserà come fatto nei precedenti mesi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine Di Primio spiega che "questa è la situazione attuale, lavoratrici e lavoratori a zero euro, servizi sempre più ridotti e non solo per il Covid, e gli stessi artefici di ciò che si lanciano in proclami sul futuro e si scambiano accuse. Veramente imbarazzante, senza vergogna  e senza rispetto per la città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

  • Tra volti noti e nuovi ingressi, ecco chi entra in consiglio e chi può ancora sperare in un posto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento