Chiara Zappalorto (Pd) contro Di Stefano: "Ha tutta la giunta Di Primio nelle sue liste"

La capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale critica il candidato sindaco del centrodestra e lo accusa di "continuità" con l'amministrazione uscente

"Accolgo con piacere, ma non senza stupore, le quotidiane dichiarazioni di Fabrizio Di Stefano sulle problematiche di Chieti e sulle tante lacune che l'ultima "mministrazione lascia in eredità. Sembra quasi che la maggioranza dei membri dell'attuale giunta non sia candidata nelle sue liste, ma con altre". A parlare è Chiara Zappalorto, capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale che critica il candidato sindaco del centrodestra, Fabrizio Di Stefano.

"Di Stefano non si pone affatto in continuità con l'amministrazione Di Primio ma in netta contrapposizione su quasi tutto l'operato: se lo avessimo saputo, magari avremmo potuto pensare di far convergere il Pd e il nostro candidato Diego Ferrara in una maxi-coalizione con lui - commenta Zappalorto con ironia - mi fa piacere constatare come anche il candidato sindaco del centrodestra si sia reso conto di come sia ridotta la nostra Chieti. Peccato, però, che la città sia arrivata a questo punto dopo 30 anni di governo della sua parte politica, se si eccettua una piccola parentesi a guida centrosinistra, e di amministratori che ora ritroviamo quasi tutti al suo fianco dopo aver completato più mandati".

Poi, sempre rivolgendosi a Di Stefano, la capogruppo dem si chiede: "se dovesse vincere, riconfermerà la squadra di governo di Di Primio? Ha già annunciato di voler affidare ad un esterno, in caso di vittoria, un assessorato importante, segno evidente che nelle sue liste non ci sono persone in grado di tradurre in realtà e concretezza i suoi proclami sulla cultura. E ha dovuto cercare qualcuno addirittura fuori Chieti, svilendo così i tanti professionisti teatini del settore che, se coinvolti, potevano fare e dare tanto in un ambito da sempre primario per la nostra città".

Poi lancia la proposta in caso di vittoria del candidato sindaco del centrosinistra Diego Ferrara. "Noi chiederemo al nuovo sindaco un assessore e un ufficio preposto che si occupi solo di politiche europee, altro aspetto trascurato negli ultimi anni. In questo periodo di campagna elettorale, infine, il candidato Di Stefano ha finalmente scoperto periferie in totale abbandono e strade malmesse e trascurate. Ma di questo ulteriore degrado si è accorta, forse,ora la stessa Giunta Di Primio, perché,stranamente, ad un mese dall'appuntamento elettorale, ha iniziato il rifacimento, piuttosto raffazzonato di qualche piccolo tratto di asfalto nuovo che si vede in piccoli tratti e la potatura di qualche finora incolta aiuola, per cercare di dare una parvenza di accoglienza e dignità ad una città,così importante per storia e tradizione, ma così tanto maltrattata e abbandonata”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • VIDEO - "Cambio moglie" fa tappa a Lanciano: i circensi Ferrandino protagonisti con i parrucchieri Sorrentino

  • Sospesi gli scavi in piazza San Giustino: ora servono finanziamenti per non rinunciare alla valorizzazione del sito

Torna su
ChietiToday è in caricamento