Bruno Di Iorio presenta la sua squadra: "Sono sceso in campo a difesa della città"

Questa mattina Di Iorio insieme ai rappresentanti delle quattro liste a sostegno ha illustrato gli obiettivi della sua candidatura

Presentata questa mattina la coalizione a sostegno del candidato sindaco Bruno Di Iorio. Accanto all’aspirante primo cittadino hanno ribadito il proprio sostegno i 4 rappresentati delle altrettante liste a sostegno di Di Iorio:  Giancarlo Zappacosta (Chieti Viva), Maura Micomonaco (Forza Chieti), Eminda Turli (Bruno Di Iorio sindaco) e Andrea Caratelli (Azione Democratica). Presenti alla conferenza i due ispiratori politici della coalizione Mauro Febbo (assessore regionale al Tursimo) e Alessandro Marzoli (consigliere comunale di Italia Viva). “Sono sceso in campo a difesa della città – ha esordito Bruno Di Iorio – ero stato contattato anche dalla Lega ma il movimento leghista teatino è una ‘macchina vecchia ’e, quindi, ben diverso dal partito nazionale. Noi su 128 candidati consiglieri ne abbiamo solo 4 uscenti e abbiamo mentre da altre parti vediamo solo una radicalizzazione delle vecchie poltrone. Io avrei votato questa coalizione anche se ci fosse stato un altro candidato sindaco”.

Dopo Di Iorio è stata la volta di Giancarlo Zappacosta, responsabile del Servizio Beni e Attività Culturali della Regione Abruzzo,  che  ha parlato della centralità del ruolo del centro storico come polo d’attrazione e elogiato Mauro Febbo per «essere l’unico che lavora in Regione e che spesso – ha detto Zappacosta - deve essere lui a  occuparsi di cose che non gli competono perché gli altri non lo fanno. Sono felice di collaborare con Mauro Febbo per la sua lealtà e amore verso questa città. Proprio l’amore verso Chieti sarà il motore per la vittoria”.

La consigliera uscente di Forza Italia, Maura Micomonaco insieme agli altri tre consiglieri forzisti (tutti autosospesi dal partito) Emiliano Vitale, Marco D’Ingiullio e Maurizio Costa, ora tutti nella lista Forza Chieti, ha rimarcato “la coerenza e lealtà del gruppo – ha detto Micomonaco – senza cambi di casacche e – riferendosi al centrodestra - decisione subite e imposte dall’alto”.

Per Azione Democratica a prendere la parola è stato l’ex segretario del circolo cittadino di Chieti alta del Partito Democratico, Luca Caratelli. Una scelta, quella di lasciare il Pd “frutto di una lunga riflessione – ha spiegato Caratelli – ma sono stato convinto da questa lista giovane formata da persone che non hanno mai avuto incarichi politici. Noi puntiamo sulle competenze – ha concluso Caratelli – per evitare che i nostri concittadini siano costretti ad andare via per la carenza di servizi”.

Infine la conferenza è stata chiusa dall’ex consigliera comunale di An ai tempi di Nicola Cucullo sindaco, Eminda Turli che si candida nella lista di Di Iorio. «Il mio obiettivo e quello della lista che rappresento – ha detto Turli – è portare ‘azione’ sul territorio come mi ha insegnato, negli anni, Mauro Febbo. Ora tutti parlano delle potenzialità del Teatro Marrucino – ha proseguito la ex consigliera – ma bisogna integrare con la cultura, gli eventi, il commercio e il turismo per rilanciare davvero questa città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento