Bruno Di Iorio incontra lo sport teatino: "Restituire le strutture inutilizzate ai cittadini"

Il candidato sindaco insieme agli esponenti di Chieti Viva e Forza Chieti ha incontrato le associazioni sportive di Chieti per illustrare il suo programma

Il candidato sindaco Bruno Di Iorio ha incontrato in corso Marrucino, gli esponenti di delle associazioni cittadine di danza, sport e benessere. Alla riunione erano presenti anche i rappresentanti di altre discipline come podismo, atletica, basket, baseball, pallamano, danza classica e moderna, ginnastica artistica, arti marziali, tiro con l’arco e basket.

Ad aprire il confronto ci ha pensato Alessandro Marzoli, leader della lista Chieti Viva, che ha ringraziato Bruno Di Iorio “per aver messo lo sport al centro del progetto. Ma il problema a Chieti – ha sottolineato Marzoli - rimane quello della gestione degli spazi inutilizzati (palestre delle scuole e strutture abbandonate) che andrebbero restituite alla attività sportiva. Nella nostra città si può creare economia organizzando grandi eventi di sport creando circuiti virtuosi prioritari con le varie federazioni”. Tra gli interlocutori anche l’ex cestista Claudio Capone candidato con la lista Chieti Viva

Maura Micomonaco della lista Forza Chieti, che ha praticato per anni ginnastica artistica, ha sottolineato come lo sport a Chieti “può vantare eccellenze e campioni in ogni disciplina e per questo proporremo riduzioni di tariffe per l’uso degli impianti che devono essere gestiti da professionalità adeguate, per la piscina comunale abbiamo fatto barricate in consiglio, avendo un occhio di riguardo per le associazioni”.

L’altro candidato della lista Forza Chieti, Emiliano Vitale, ha proposto di riaprire il campetto alla villa comunale “grazie ai fondi comunitari già stanziati, mentre per quanto riguarda il Teatro Marrucino, il cui uso  è interdetto alle associazioni di danza classica e moderna che devono adattarsi all’uso e all’allestimento a proprie spese del Supercinema. Ne faremo un Ente manifestazioni che curi un calendario a lungo termine che coinvolga tutte le realtà locali”.

In chiusura l’intervento del candidato sindaco Bruno Di Iorio: “Da medico e sportivo praticante non potevo non dare centralità al concetto di mobilità fisica, di stile di vita sano e di sviluppo dell’equilibrio psico-fisico, ci impegneremo attivamente per il  rilancio di Chieti città dello sport favorendo il cosiddetto "Sport di cittadinanza", un concetto che favorisca il concetto di inclusione, degli anziani, dei disabili e dei soprattutto dei ragazzi per i quali lo sport rappresenta un baluardo contro la devianza giovanile, con noi al governo della città gli sportivi avranno un interlocutore con le stesse passioni, che non dimentica il fondamento chiave dello sport: il rispetto delle regole. Rimane inoltre in me fermo il proposito di aprire un teatro allo scalo per le manifestazioni di arte e danza che non trovano opportuni spazi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

Torna su
ChietiToday è in caricamento