rotate-mobile
Politica

Dissesto idrogeologico a Santa Maria, Colantonio (Lega) mette in allarme l'amministrazione: "Ecco quale potrebbe essere la causa"

Il capogruppo della Lega solleva il caso del complesso Sant'Agata: "Vi si è aperta un'ampia voragine, causata probabilmente dall'ingente quantità di acque meteoriche"

Chiede un interessamento concreto della politica sul fronte del dissesto idrogeologico fra via Arenazze, via Fontevecchia e il quartiere Santa Maria il capogruppo della Lega in consiglio comunale Mario Colantonio. "Come cittadino di Chieti - dice - sono fortemente preoccupato di quello che sta accadendo". 

Il riferimento è alla tristemente nota situazione dell'area che, negli anni, ha visto lo sgombero di diversi palazzi, oltre che di due edifici scolastici che "purtroppo - evidenza l'esponente di minoranza - rimarranno vuoti sino a quando non ci sarà una progettazione di consolidamento 'seria' come si affrontò nel passato per via Quarantotti, via Cutelli e via Ricci, grazie a un finanziamento di cui beneficio il Comune di Chieti per diretto interessamento e impegno dell'onorevole Giovanni Pace, poi divenuto anche presidente della Regione Abruzzo. Questo problema - aggiunge - oltre a un gravissimo disagio per i cittadini, ha portato anche alla chiusura di due plessi scolastici con tutte le problematiche che ne conseguono".

Da qui, l'invito alle istituzioni: "Tutti devono fare la loro parte, in primis il Comune di Chieti con il sindaco e l'assessore di riferimento, cercando di evidenziare e portare a conoscenza delle autorità competenti in materia di sicurezza della pubblica incolumità e Protezione Civile e soprattutto anche nei confronti della cittadinanza, tutte le situazioni emergenti che, grazie alla stagione più che mite, permettono una esatta analisi e consequenziali linee di intervento. Mi riferisco a quanto rilevato e accertato dall'amministrazione e dai tecnici Comunali, da oltre due anni, all'interno del complesso Sant'Agata nel cuore di Santa Maria".

"All'interno del cortile della struttura monasteriale - racconta Colantonio - si è aperta una rilevante e profonda voragine, causata probabilmente dall'ingente quantità di acque meteoriche che convogliano e ristagnano nel cortile abbandonato da anni. Sembra quasi si sia creato un effetto 'vasca da bagno' quando, ormai colma, non convoglia più l'acqua nell'antico compluvio centrale, ma di fatto si apre una frattura laterale che libera e svuota ripetutamente da anni le acque meteoriche. A prescindere dall'incanalamento e svuotamento del sottosuolo che questa situazione sta creando nella direttrice principale, se si mettessero a confronto le più semplici cartografie, si noterebbe subito che la confluenza idrica, ormai canalizzata naturalmente nel sottosuolo, si orienta proprio verso l'attuale punto di maggiore crisi del dissesto".

"Se questa cosa venisse alla luce e soprattutto venisse approfondita dal Comune stesso - aggiunge - dimostrerebbe palesemente che l'effetto critico è dato da una induzione e continuo scorrimento dell'acqua meteorica". L'esponente di opposizione si rivolge direttamente al sindaco Diego Ferrara e all'assessore ai Lavori pubblici Stefano Rispoli e all'intera giunta comunale: "Avete l'esatta conoscenza di questo problema all'interno del complesso Sant'Agata? Avete reso partecipi della situazione le autorità competenti in materia di sicurezza della pubblica incolumità (prefetto di Chieti e dipartimento di Protezione Civile della Regione Abruzzo) e soprattutto cosa potrebbe succedere se, malauguratamente (anche se attesa da molti), ricominciasse  una stagione fortemente caratterizzata da piogge o una abbondante nevicata che provocherebbe un consistente accumulo di massa nevosa proprio sulla cavità della voragine esistente in loco?".

"Speriamo - conclude - che anche questo 'appello' non venga sottovalutato o 'deriso' da qualcuno, perché con questa situazione c'è poco da stare tranquilli e l'ampia documentazione fotografica ne è testimonianza inconfutabile".

Dissesto idrogeologico in via Arenazze

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissesto idrogeologico a Santa Maria, Colantonio (Lega) mette in allarme l'amministrazione: "Ecco quale potrebbe essere la causa"

ChietiToday è in caricamento