rotate-mobile
Politica

Progetto per ampliare il deposito rifiuti, il consigliere Riccardo: "Chieti non può diventare la pattumiera di Roma"

Dopo il Wwf anche il consigliere comunale di Chieti Viva, Giampiero Riccardo interviene sul progetto per ampliare il deposito nell’area adiacente al Tmb della Deco, ora acquisita da Acea

"Chieti non può diventare la pattumiera di Roma". Dopo il Wwf anche il consigliere comunale di Chieti Viva, Giampiero Riccardo interviene sul progetto per ampliare il deposito nell’area adiacente al Tmb della Deco, ora acquisita da Acea.

Riccardo ha fatto sapere di aver fatto richiesta di accesso agli atti al Comune e che presenterà un'interrogazione alla giunta Ferrara "affinché venga fatta piena luce sulla portata dell'intervento d’ampliamento e sull'iter istruttorio della richiesta". 

Dopo essersi confrontato con gli uffici comunali competenti, il consigliere ha comunicato di "aver saputo che il Comune ha chiesto alcune modifiche al progetto all'azienda e se ne discuterà in conferenza dei serivzi, la prossima settimana. Con l'acquisizione da parte di Acea Spa dell’abruzzese Deco Spa, la Capitale diventa non solo proprietaria del Tmb di contrada Casoni ma anche gestore della discarica del Comune di Chieti. Un'operazione finanziaria che a catena consentirà alla multiservizi controllata dal Comune di Roma di controllare il business dei rifiuti in Abruzzo".

Il consigliere di Chieti Viva ricorda che "da anni insieme ad Alessandro Marzoli, denunciamo come grazie al rinnovo di proroghe regionali, nell'impianto di trattamento meccanico biologico di Casoni vengono conferiti i rifiuti indifferenziati prodotti da Roma Capitale. Proroghe spacciate come emergenziale, ma che di fatto sono diventate una misura strutturale che comporta un sacrificio non indifferente per i cittadini di Chieti e in particolare per i residenti di contrada Casoni, Santa Filomena e Brecciarola. Ora, il progetto d'ampliamento del deposito di ecoballe nell'area adiacente l'impianto di trattamento meccanico biologico in città, accerta in modo inequivocabile che da qui a breve il Tmb di Casoni dovrà accogliere ancora più tonnelate di rifiuti prodotti da Roma". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto per ampliare il deposito rifiuti, il consigliere Riccardo: "Chieti non può diventare la pattumiera di Roma"

ChietiToday è in caricamento