Crisi in Comune, gruppo Chieti. Da capo: "Pronti a votare il bilancio se viene modificato"

I tre consiglieri di minoranza chiedono di riportare il bilancio in aula e non escludono di esprimersi a favore

“Non ci interessa la diatriba politica ma la città”. Così ha aperto la conferenza stampa convocata questa stamattina il gruppo consiliare di minoranza Chieti. Da capo. Dopo il non voto sul bilancio previsionale nel consiglio comunale di ieri, Enrico Raimondi, Stefano Rispoli e Mario Troiano hanno fatto capire, senza mezzi termini, che se venisse discusso in aula e con eventuali modifiche non escluderebbero un voto favorevole al bilancio previsionale.

Quanto accaduto ieri, infatti, secondo il gruppo di opposizione "non va a favore della collettività e tutti noi abbiamo il dovere di assumerci responsabilità. L’arrivo eventuale di un commissario significherebbe - spiegano -  l’approvazione certa di questo stesso bilancio previsionale, con quello che comporterebbe tra cui l'aumento delle imposte".

Tradotto: riaprire una nuova fase politica. "Questa crisi non è dovuta a provvedimenti proposti dalla giunta ma dalla mera avolontà di dimostrare chi comanda nel centro destra. Noi chiediamo una discussione per incidere nelle scelte amministrative".

Portare, dunque, la crisi in consiglio comunale. "Vogliamo chiedere a Forza Italia per quale motivo non ha votato il bilancio. In questa situazione eccentrica il sindaco Di Primio è un avversario politico ma gli altri sono nemici della città".

Video popolari

Crisi in Comune, gruppo Chieti. Da capo: "Pronti a votare il bilancio se viene modificato"

ChietiToday è in caricamento