Politica

Dimissioni del sindaco Di Primio, CasaPound: "E' un cinico calcolo politico"

Fioccano le critiche dopo la notizia delle dimissioni di Umberto Di Primio dalla carica di sindaco di Chieti. Francesco Lapenna, responsabile teatino di CasaPound Italia, commenta così la decisione: "Finalmente i loschi giochetti politici del sindaco stanno uscendo allo scoperto: noi di CasaPound Chieti da mesi ormai denunciavamo un atteggiamento cinico e calcolatore che Di Primio ha sempre mantenuto in vista della candidatura alla presidenza della regione Abruzzo. Queste dimissioni non sono certo dettate dall'autocritica sul vergognoso lavoro svolto negli ultimi anni di amministrazione ma solamente una mossa politica per mettere pressione al centro destra abruzzese ed ottenere la candidatura a governatore".

Per Lapenna "Chieti non può e non deve sottostare ai capricci e ai giochetti politici di Di Primio - continua - che in 10 anni di amministrazione ha ridotto la città ai minimi termini. Trascorsi i 20 giorni previsti dalla legge per il ritiro delle dimissioni cadrà la maschera di questo personaggio. E noi non concederemo sconti: se ne vada immediatamente insieme ai suoi scagnozzi: Chieti non ha bisogno di loro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni del sindaco Di Primio, CasaPound: "E' un cinico calcolo politico"

ChietiToday è in caricamento