De Lio si dimette da presidente della commissione Bilancio e accusa: "Approssimazione politica e amministrativa"

Alla luce di questa scelta, il mancato invio di documenti importanti ai commissari, nonostante le sollecitazioni, e le defezioni di alcuni partecipanti fondamentali a riunioni fissate da giorni

Mario De Lio, consigliere comunale dell'Udc, si è dimeso da presidente della commissione Bilancio del Comune di Chieti. Lo ha fatto questa mattina, con una lettera indirizzata al sindaco Umberto Di Primio, al presidente del consiglio comunale Liberato Aceto, ai componenti della commissione ai capigruppo consiliari, in cui verga parole forti, parlando di

approssimazione politica e amministrativa, nell'assicurare un chiaro e trasparente lavoro. 

Il riferimento, su precisazione dello stesso consigliere è 

alla richiesta di avviare ogni utile iniziativa tesa all'elaborazione di una proposta deliberativa di iniziativa consiliare, inviatami dal presidente del consiglio. Richiesta che ha visto la convocazione di una prima riunione, il 16 aprile, con oggetto "la situazione finanziaria del Comune di Chieti", con la partecipazione del sindaco, del presidente del consiglio, dell'assessore alle Finanze, del segretario generale

In quella riunione, sono stati programmati gli incontri successivi: per la giornata di oggi con Teate Servizi, l'assessore Luise, il dirigente di settore, il segretario generale e il presidente del consiglio; martedì 24 con i revisori dei conti. Per questo, De Lio e gli altri commissari avevano chiesto di avere tutti i documenti utili "e risposte amministrative al fine di avere conoscenza dei dati e poter formulare quella iniziativa consiliare richiesta (dare risposte alla richiesta avanzata dalla Corte dei conti". 

Mercoledì, stando al racconto dell'ormai ex presidente della commissione Bilancio, dopo la sua richiesta, gli sarebbe stata inviata una documentazione del tutto insufficienti; inoltre, ieri, il presidente di Teateservizi e l'assessore avrebbero comunicato l'impossibilità di partecipare alla riunione già fissata per oggi. E la reazione di De Lio è durissima: 

L'assenza di collaborazione è fonte di disagi operativi e di un crescente imbarazzo, dovuto a una condizione di inutilità. Di conseguenza, i limiti della commissione che rappresento, evidenziatisi in questa ultima fase di lavoro, mi portano con dispiacere e rammarico, dopo una profonda riflessione, a rassegnare le mie dimissioni da presidente della I commissione Bilancio. 

In una situazione del genere, prendo atto con amarezza che il mio ruolo è svuotato di ogni significato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Lancia sassi alla ex e al nuovo fidanzato e sfonda la porta di casa: 30enne denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento