Politica

D'Amico: "Crisi industriale nel Vastese ma qualcuno pensa al comodo seggio parlamentare"

Il capogruppo del Pd, Camillo D'Amico, a fronte della crisi industriale attraversata nel comprensorio vastese, critica ancora di più la decisione di Di Giuseppantonio, dimessosi dall'incarico di presidente della Provincia

Il capogruppo del Pd, Camillo D’Amico, a fronte della crisi industriale attraversata nel comprensorio vastese, critica la decisione di Enrico Di Giuseppantonio, dimessosi pochi giorni fa dall’incarico di presidente della Provincia.

“L’elenco delle aziende in crisi è lungo tanto quanto le dichiarazioni rese da chi governa provincia e regione Abruzzo – dice - piene di fiducia e speranza ma vuote nella sostanza. Loro governano da ben quattro anni e, nel frattempo, il territorio è dimenticato ed abbandonato al suo triste destino, i cittadini hanno perso la percezione dell’utilità del voto a suo tempo concesso, la crisi occupazionale e sociale avanza imperiosa generando un disagio notevole ancora per poco ancora governabile, i promessi investimenti nelle infrastrutture sono rimasti solo tali, l’avvio dei grandi processi di cambiamento dello sviluppo del territorio solo vuote parole”.

Recentemente si è dimesso anche il presidente dell’AssoVasto, Gabriele Tumini, per D’Amico questa è “la risultante di un territorio allo stremo, che non c’è la fa più ed il cui futuro non è solo incerto ma critico.  In tutto questo scenario – prosegue - c’è chi pensa di fuggire chiedendo un comodo seggio parlamentare al suo partito come il presidente della provincia Enrico Di Giuseppantonio da qualche giorno dimissionario. Ognuno è libero di fare quel che gli pare ma, quando si è alla guida di enti importanti e dopo aver combattuto con profitto la battaglia culturale per la sua sopravvivenza istituzionale, di fronte ad una generale situazione di grande disagio economico e sociale come quello che stiamo attraversando, è il caso di rimanere al proprio posto rimandando al futuro il perseguimento di pur legittime ambizioni personali. Sul piano elettorale, i cittadini,  sanno sempre valutare ed apprezzare ma anche punire”.

E annuncia che il Partito Democratico nei prossimi giorni terrà un momento pubblico di analisi e proposte per la crisi occupazionale dell’intera provincia. “Non sarà un manifesto elettorale – precisa - ma un serio di programma di rilancio e sviluppo del nostro territorio”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

D'Amico: "Crisi industriale nel Vastese ma qualcuno pensa al comodo seggio parlamentare"

ChietiToday è in caricamento